Moggi dà il voto in condotta a Conte: “Dopo le dichiarazioni che ha fatto, 5 e mezzo”

0
80

L’ex dirigente della Juventus, Luciano Moggi, intervistato nel corso della trasmissione Cose di Calcio in onda su Radio Bianconera, ha commentato l’ultima partita dei bianconeri contro il Milan:

Pjanic che è stato fin qui uno dei migliori in campo.

Darei un voto alto anche a Sarri, visto che la Juve è prima in campionato e in Champions, meglio di così non si poteva fare, speriamo si possa continuare”.

Moggi ha poi continuato dando un voto anche all’ex bianconero Antonio Conte:

“Se parliamo di altre squadre possiamo dire che Conte sta facendo molto bene, un 9 va dato anche a lui visto che è secondo, a un punto dalla Juve.

La condotta è un’altra cosa, sicuramente dopo le dichiarazioni che ha fatto sarebbe 5 e mezzo.

Se parliamo di condotta andrebbe dato un 5 e mezzo anche a Cristiano Ronaldo per i modi avuti durante Juventus-Milan, sono cose che non vanno bene per una squadra come quella bianconera.

Poi per lo stesso motivo toglierei dei punti anche a Sarri perché non è credibile che non sia andato negli spogliatoi dopo la partita”.

Moggi ha poi concluso ricordando la gestione dello spogliatoio, negli anni in cui era il direttore sportivo della società bianconera:

“Con la Juventus non ho trovato difficoltà, a volte ho dovuto nascondere alcune cose come nel caso di Zebina, ma io davo un avviso all’inizio e valeva per tutto il campionato.

Dicevo sempre prima di parlare di pensarci su dieci volte.

Alla Juventus è più facile lavorare, non ci sono dubbi, cura i suoi interessi e anche quelli dei giocatori“.