Zaccheroni: “Ronaldo non è da multare”

0
669

L’ex allenatore della Juventus, Alberto Zaccheroni, intervistato da Radio Rai, ha commentato la recente sfida tra Juventus e Milan.

Le parole di Zaccheroni:

“È stata una partita intensa, divertente, anche grazie all’arbitro che ha fischiato quando doveva e lasciato correre quando era opportuno.

Una partita combattuta e divenuta un po’ confusa, perché giocata soprattutto a centrocampo e nessuna delle due ha sfruttato l’ampiezza.

Sarei stato più per un pareggio perché nessuna delle due meritava di perdere, ma la Juve ha delle soluzioni in panchina che ti cambiano la partita”.

Circa l’atteggiamento tenuto da Cristiano Ronaldo, in aperta polemica contro Sarri, Zaccheroni ha commentato:

“Ho allenato in tutte le categorie e le primedonne le ho trovate ovunque.

Chi fa la primadonna è perché dà qualcosa di più ed è ripagata dalla busta paga.

Cristiano Ronaldo non è stato brillante e Sarri che fa il leader della squadra lo ha sostituito.

L’allenatore deve decidere, non guardare in faccia nessuno e favorire la meritocrazia”.

Quanto al possibile provvedimento che la società bianconera potrebbe prendere nei confronti di CR7, Zaccheroni ha commentato:

Multa no, ma chiarire sì che non deve però essere all’interno dello spogliatoio ma individuale.

Poi sta allo zoccolo duro. Io avevo Costacurta e Maldini che davanti a me non affrontavano nessuna situazione, ma sono sicuro che in mia assenza con giocatori che avevano atteggiamenti simili a quello avuto da Cristiano Ronaldo li avrebbero ripresi“.