L’avv. Paco D’Onofrio: “Scudetto all’Inter, decisione di tipo politico. Oggi la Juve potrebbe sollecitare il consiglio federale”

0
2073

L’avvocato Paco D’Onofrio intervistato da Radio Bianconera nel corso della trasmissione radiofonica Cose di Calcio, ha espresso un commento sul ricorso sull’assegnazione dello scudetto 2006 all’Inter presentato dalla Juventus, e ritenuto inammissibile.

Le parole di D’Onofrio, riportate da tuttojuve.com:

“Partiamo dal presupposto che il collegio di garanzia ha ritenuto inammissibile il ricorso, ma questa è solo la parte dispositiva, non sono ancora state rese note le motivazioni.

Dalla lettura delle motivazioni si potranno individuare altri scenari. Questa è una questione di più ampio respiro, lo dico da molti anni.

È una situazione che è nata in ambito federale, l’assegnazione dello Scudetto del 2006 all’Inter fu un atto d’ufficio di tipo amministrativo e politico da parte di Guido Rossi, allora commissario straordinario.

A mio avviso la vicenda dovrebbe tornare nei palazzi federali.

La Juventus si è comportata bene, nel rispetto della sua tradizione e dei tifosi.

La vicenda nasce nel 2011 quando nel corso del procedimento penale di Calciopoli emersero nuove intercettazioni e nuovi elementi di prova che portarono l’allora procura federale a chiedere addirittura la retrocessione per l’Inter, che decise di avvalersi della prescrizione.

La situazione rimase abbastanza sospesa, la Juventus allora ricorse all’allora consiglio federale allora presieduto da Abete chiedendo che venisse revocato lo Scudetto all’Inter perché le nuove prove facevano emergere come l’Inter non fosse il buono della classe e non meritasse di vincere uno Scudetto da terza in classifica.

Il consiglio federale si dichiarò inammissibile e la Juventus iniziò un percorso giudiziario prima in sede sportiva e poi statale, arrivando fino alla cassazione. La Juventus poi è tornata dai giudici federali che hanno ancora una volta declinato la loro competenza.

Da osservatori possiamo dire che non c’è nessuna autorità che voglia riprendere in mano la vicenda nemmeno per confermare il giudizio originario”.

Sulle possibili azioni che potrebbe intraprendere la Juventus, D’Onofrio ha commentato:

“Bisogna riservarsi di leggere le motivazioni, probabilmente la Juventus ritornerà alla politica federale, con un’istanza che inviti il consiglio federale a considerare quell’originaria attribuzione.

Non c’è stata una sentenza che assegnasse lo Scudetto all’Inter, fu una decisione di tipo politico di un commissario straordinario.

Probabilmente oggi la Juventus potrebbe valutare anche la possibilità di sollecitare il consiglio federale affinché la politica del calcio si interroghi su questa vicenda, altrimenti consegnano alla storia una verità che non è più tale.

Se nessuna partita è stata alterata non si capisce perché siano stati revocati due Scudetti“.