Tacconi: “Conte rischia il licenziamento”

0
2502

L’ex portiere della Juventus, Stefano Tacconi, intervistato da Radio Bianconera ha commentato gli episodi più importanti vissuti dalle big di Serie A negli ultimi giorni.

Un primo commento di Tacconi sull’ultima partita della Juventus contro il Lokomotiv Mosca:

“Il problema della Juve è che sbaglia troppi gol. Finalmente un’occasione buona è stata sfruttata con Douglas Costa.

È la prima volta che la Juve di quest’anno ha 10-15 occasioni da gol e ne fa 1-2.

Questa Juve a molti non piace ma segna, come quella di Trapattoni. Se vuoi vincere è questo”.

Tacconi ha inoltre commentato anche il momento di estrema difficoltà vissuto dal Napoli, e ha ricordato un episodio del passato, stagione 1990-1991, con Maifredi alla guida della panchina bianconera:

“Da parte mia c’è stato un ammutinamento dopo il 5-1 con il Napoli, ma Montezemolo non ha capito.

Quella Juve era forte, potevamo vincere campionato e coppa con un altro allenatore, ma non mi hanno ascoltato.

Un presidente non può fare la guerra ai giocatori. Ci deve essere feeling con l’allenatore”.

L’ex portiere bianconero ha espresso un commento anche sullo sfogo di Antonio Conte, diretto alla dirigenza dell’Inter:

Conte rischia il licenziamento. Voleva di più, non l’ha avuto. Adesso se aspetta gennaio addio campionato“.

Tacconi ha infine concluso con un commento sui cori discriminatori negli stadi:

“Io ho giocato con tutti, non capisco questo accanimento. Per me bianco o nero sono uguali. Per me bianconero è la Juve“.