Sarri lavora su Douglas Costa: Farà il trequartista

0
191

Stamane Tuttosport ha fatto il punto sulle condizioni di Douglas Costa.

E a questo proposito, il quotidiano – da sempre vicino alle notizie che gravitano attorno alla Juve – ha rivelato l’intrigante progetto che ha in mente Maurizio Sarri per il “fulmine” bianconero:

“Maurizio Sarri non vuole cambiare vestito (il 4-3-1-2 è diventato il sistema di riferimento), ma intende rifinirlo”, si legge tra le colonne di Tuttosport.

“Così, dopo aver testato Federico Bernardeschi, Aaron Ramsey, Rodrigo Bentancur e anche Paulo Dybala dietro le punte, il Comandante sta lavorando sul brasiliano”.

Tuttosport è certo che “il finale della partita contro il Genoa, con l’ex Bayern fantasista a rimorchio di Cristiano Ronaldo e della Joya, non resterà un esperimento isolato.

“Sarri stravede per Douglas e non vuole rinunciare alla sua classe. Il compromesso tra un sistema che garantisce equilibrio e permette di sfruttare al meglio le caratteristiche degli attaccanti e le qualità uniche dell’ala di Sapucaia do Sul è quello di cambiare leggermente posizione al Flash bianconero”.

“L’ex manager del Chelsea sta facendo ripassare al suo pupillo i movimenti da trequartista”, rivela Tuttosport.

Per Douglas non si tratta di una novità assoluta: già ai tempi dello Shakhtar Donetsk di Mircea Lucescu aveva giocato qualche volta in quella posizione”, ricorda Tuttosport.

“Sarri è convinto che il numero 11 bianconero possa trovarsi bene tra le linee aumentando la qualità e l’imprevedibilità della Juventus”.

Il quotidiano sottolinea le parole di Sarri dell’altra sera: «Se Douglas Costa impara due o tre movimenti può essere devastante», ha spiegato il tecnico nel post derby. Alla Continassa sono già cominciate le lezioni e la sensazione è che tra la Lokomotiv (mercoledì a Mosca) e il Milan (domenica allo Stadium) la soluzione sarà testata con convinzione”.

“Douglas Costa, rientrato contro il Genoa dopo il lungo infortunio di metà settembre (nel derby è rimasto in panchina), sta crescendo di condizione e MS non vede l’ora di poter sfruttare tutta l’esplosività del suo allievo prediletto”.