Napoli, Ancelotti: “Ritiro? Non sono d’accordo con De Laurentiis e società”

0
188

Napoli, il clima diventa incandescente: Arrivano le dichiarazioni del tecnico azzurro in conferenza stampa alla vigilia dell’impegno di Champions League:

Abbiamo una partita che può permetterci di superare il girone di Champions. Non sarà facile, abbiamo visto com’è stato difficile vincere a Salisburgo”.

Domani il Napoli, in ritiro dopo il ko in Serie A sul campo della Roma, affronta in casa il Salisburgo in Champions League.

Il resto sono piccoli dettagli, si può essere d’accordo o no. Se mi chiedete cosa ne penso, dico che non sono d’accordo con la decisione della società. Poi l’allenatore deve fare l’allenatore e queste sono decisioni che spettano alla società”.

Ancelotti ha poi precisato: “Il presidente mi ha chiamato poco fa per farmi gli auguri. Non cambia assolutamente niente, la decisione del ritiro l’ha fatta il club che è preoccupato giustamente come noi”.

Ma, considerando l’importanza della partita di domani, è veramente un dettaglio”.

Sulla crisi di risultati, Ancelotti ha detto: “Preoccupato del settimo posto? Se non lo fossi sarei un superficiale. Siccome non sono un superficiale, sono preoccupato”.

Ma devo mantenere la calma per valutare a mente fredda la situazione, per provare a cambiarla. Fortunatamente abbiamo una partita di Champions, competizione che fino a ora abbiamo gestito bene” ha spiegato Ancelotti sulla situazione del Napoli nella classifica di Serie A”.

Infine su Var e sulla gara con il Salisburgo: “Var? Classe arbitrale in confuzione ma non voglio parlarne. L’impostazione della squadra non cambierà rispetto alla gara d’andata, dove abbiamo provato a sfruttare la velocità offensiva rimanendo compatti difensivamente. Vogliamo farlo anche domani. So che il Salisburgo verrà a fare la partita che ha sempre fatto, non cambia atteggiamento a seconda dell’avversario”.

Sulla Champions League: “È una competizione molto più corta. Bisogna passare il turno, se riusciamo a farlo già domani è ottimo. Poi si riprende a febbraio e tante cose possono cambiare. La Champions si decide attraverso piccoli dettagli”.