Cruciani ad Auriemma: “Quello che è successo non giustifica l’apocalisse che hanno fatto Ancelotti e De Laurentiis”

0
372

Discussione accesa e toni decisamente sopra le righe, nel corso della trasmissione sportiva diretta da Pierluigi Pardo, Tiki Taka, tra i giornalisti Giuseppe Cruciani e Raffaele Auriemma.

In discussione i diversi episodi da moviola che hanno caratterizzato l’ultima giornata di Serie A, in particolare quello che ha creato più polemiche di tutti, e cioè il rigore non concesso al Napoli contro l’Atalanta, a seguito del contatto tra Kjaer e Llorente.

Ospite in studio Giuseppe Cruciani, che ha commentato:

“Se non c’è un errore clamoroso il Var non mette in discussione la decisione dell’arbitro sul campo.

Non sono un innamorato del Var, ma la regola è questa.

Banti ha deciso che non c’è un errore chiaro ed evidente. E non è vero che arbitra il Var come dice Ancelotti.

Il rigore è discutibile, la Gazzetta dello Sport per esempio dice che è Llorente a fare fallo“.

Parole che hanno fatto infuriare il giornalista tifosissimo del Napoli, Raffaele Auriemma, che in collegamento, ha risposto al collega:

“Poi dite che qualcuno si lamenta, che vi accusano di guardare alcune cose in un modo e altre in un altro.

Poco fa ho sentito che durante Juve-Genoa Cuadrado ha preso posizione in area di rigore allargando le braccia, senza commettere fallo.

Quindi l’attaccante che prende posizione fa lo stesso. E anche se Llorente avesse commesso fallo, come mai Giacomelli non l’ha fischiato?

L’azione non sarebbe proseguita e l’Atalanta non avrebbe segnato.

La verità è che quella di stasera è stata una schifezza, una vergogna, non tanto di Giacomelli, ma del Var: è scandaloso che non abbia chiesto a Giacomelli di andare a rivedere l’azione“.

Il botta e risposta è inevitabile, con Cruciani che ribatte:

“Ma tutto quello che è successo non giustifica l’apocalisse che hanno fatto Ancelotti e De Laurentiis a fine gara”

A cui Auriemma risponde:

“E invece sì: se vinci oggi lotti ancora per lo scudetto, altrimenti giochi per la qualificazione alla Champions League.

E mi meraviglio che una persona intelligente come te dica queste cose”.

Parole che non fanno desistere Cruciani, che insiste:

“Mica non lotti per lo scudetto per questo episodio! E poi siamo solo alla 9a giornata“.

Al che Auriemma esplode, furioso:

“Che vuol dire? Allora alla 9a giornata tutte le nefandezze sono ammesse? Così si sta condizionando il campionato“.