Sarri sul mani di de Ligt: “L’episodio di oggi è stato casuale, la palla è stata deviata a pochi metri da lui”

0
271

La Juventus ha pareggiato 1-1 sul campo del Lecce nella nona giornata del campionato di Serie A.

Grazie al contestuale pareggio dell’Inter a Milano contro il Parma, la squadra di Maurizio Sarri mantiene la testa della classifica.

Il tecnico è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio in trasferta. Ecco il suo commento:

Nel finale ci siamo fatti trasportare da una partita che non era la nostra”.

Dovevamo essere più lucidi, abbiamo vanificato le troppe palle gol create. Troppo passivi in momenti in cui dovevamo chiudere la partita viste le tante occasioni che abbiamo avuto”.

Sulle condizioni di Higuain e Pjanic, l’allenatore bianconero ha detto:

“Higuain è in infermeria e valuteranno se fare ulteriori controlli, però l’ho visto coscente e in maniera lucida. Pjanic? Non so le sue condizioni”.

Sulla mancata convocazione di Cristiano Ronaldo, il tecnico ha fatto chiarezza: “Ronaldo? Si sentiva stanco anche mentalmente, in panchina non avrebbe recuperato energie nervose”.

Quando un calciatore ti manifesta la sua stanchezza è giusto dare un turno di riposo, perchè anche lui si sentiva in dovere di riposare. Abbiamo avuto un pizzico di leggerezza oggi, come se la partita fosse ormai indirizzata verso la nostra vittoria. Dobbiamo lavorare, poi di conseguenza verrà tutto più facile”.

Sarri ha commentato anche la prestazione di De Ligt, messo sulla graticola dagli addetti ai lavori dopo il occo di mano che ha causato il rigore del Lecce:

De Ligt? L’episodio di oggi mi sembra che sia stato casuale, mi sembra che la palla sia stata deviata a pochi metri da lui. Con le nuove regole, per i difensori è sempre più difficile in questi casi”.

Bentancur?Non ha esperienza di Pjanic, ma può fare il regista. Infine, sui troppi gol subiti e la classifica: “Gol subiti? Dobbiamo migliorare, ma più che altro dobbiamo evitare certe situazioni nella nostra area. Inter? Non guardo la classifica, ci sono ancora tanti punti in palio. Sarebbe dannoso pensare a loro”.