Bufera Var: Forti dubbi sulle gare di Inter (gol di Lukaku) e Juve (fallo da rigore su Emre Can)

0
794

È buffera vera e propria quella che si abbatte sul VAR. Destano ancora molti dubbi le decisioni prese dalle terna arbitrali nel corso delle gare tra Lecce e Juve e tra Inter – Parma.

Gara Lecce – Juve:

A fare discutere è soprattutto l’episodio del 9’ quando “Emre Can è raggiunto in area da Tachtsidis, e c’è un contatto tra i due”.

Emre Can cade qualche istante dopo. Se avesse fischiato rigore difficilmente sarebbe stato contestabile, ma Valeri (che sulle prime era pronto a fischiare) lo giudica non punibile”, scrive La Gazzetta dello Sport.

Allora perché quella dello juventino non è simulazione?

Nulla da eccepire sull’episodio dove al 48’ Petriccione in scivolata cerca la palla di Pjanic a filo d’area. Valeri fischia la punizione, il Var raccomanda la review: l’arbitro vede che il contatto è in area e dà il rigore.

Al 56’ episodio molto dubbio da cui poi scaturisce il pareggio del Lecce a seguto del rigore concesso dall’arbitro per il seguente episodio: su un cross in area il pallone finisce sul braccio largo di De Ligt che non fa in tempo a scansarlo, Valeri indica il dischetto.

Gara Inter – Parma:

Al 51’ l’assistente sventola (giustamente) il fuorigioco di Candreva sul gol di Lukaku. Si apre un consulto fiume col Var: la tv mostra una sola immagine ma la tecnologia è categorica sui millimetri.

Il Var incrociando diverse angolazioni ritiene di stabilire che il piede sinistro di Scozzarella, sul pallone calciato da Brozovic, è più avanti rispetto alla parte più avanzata di Candreva e lo tiene in gioco.