Moggi critico: “Contento dei 3 punti ma la Juve ha subito troppo”

0
115

L’ex dirigente bianconero Luciano Moggi, intervistato nel corso della trasmissione Cose di Calcio, in onda su Radio Bianconera, ha commentato la prestazione della Juventus nella sfida di Champions League contro il Lokomotiv Mosca, terminata con la vittoria dei bianconeri per 2-1.

Le parole di Moggi:

“Sono contento dei tre punti contro il Lokomotiv, mi dispiace solo aver preso quel gol di Miranchuk.

Ieri sera la Juve non mi è piaciuta, si è fatto possesso palla notevole che però non risolve il problema.

Cuadrado risulta sempre uno dei migliori in campo, ma le azioni risultano tutte prevedibili. Penso che questo sia un problema da risolvere.

Quella russa è una squadra limitata, nel nostro campionato potrebbe stare a metà classifica e noi abbiamo subito troppo.

Il gioco è troppo lento, si dice che hanno fatto catenaccio ma è perché glielo abbiamo permesso noi.

De Ligt credo che sia responsabile come Bonucci. De Ligt sbaglia il tempo ma è un giovane che con l’esperienza potrà crescere, ha delle manchevolezze che derivano da un gioco diverso da cui è venuto, spingendosi avanti ha perso il tempo dell’azione, ma la cosa più grave secondo me l’ha fatta Bonucci.

Se in quella squadra ci fosse stato un giocatore un po’ più pronto per fare gol la Juve avrebbe subito il secondo gol.

Lo dimostra il fatto che abbiamo subito gol anche con Brescia, Verona, praticamente quasi con tutte le squadre tranne a Firenze”.

Moggi ha poi commentato l’ipotesi di Ibrahimovic al Napoli:

“Ho letto le dichiarazioni di De Laurentiis, ha detto che è stato a cena con Ibrahimovic a Los Angeles e ha fatto capire che lo prenderebbe volentieri.

Il problema è pagargli l’ingaggio, De Laurentiis ha le lumache in tasca, appena gli chiedono soldi fa marcia indietro. Credo che in Italia ci sia poca possibilità di rivederlo“.