Juve, Ronaldo: “Con Sarri abbiamo più fiducia in noi e creiamo di più”

0
88

Conferenza stampa alla vigilia dell’incontro di Champions League tra
la Juventus e il Lokomotiv Mosca.

A parlare tocca a CR7 che insieme al tecnico bianconero risponde alle domande dei giornalisti.

Il tuo modo di giocare è cambiato?

Penso che la squadra stia facendo meglio, abbiamo più fiducia in noi stessi. Stiamo giocando un calcio diverso rispetto al passato, stiamo più in attacco”.

“Penso che il mio ruolo sia molto simile, anche se ho qualche libertà in più. Stiamo ancora migliorando, siamo contenti perché siamo riusciti a farlo in maniera graduale”.

Champions League o Pallone d’Oro?

“Noi vogliamo vincere il campionato, la Coppa Italia e la Champions League. Credo che la Juventus debba pensare in grande, quindi cercheremo di vincere tutti i trofei in palio.

“Sappiamo che sarà difficile, ma penso che sia possibile. Non ho niente da dire rispetto all’aspetto individuale. Non è quello che conta. Se si riescono a vincere dei premi come collettivo poi arrivano anche quelli individuali”.

Sul Pallone d’Oro:

La cosa più importante sono i premi collettivi. L’anno scorso abbiamo fatto una grande stagione e puntiamo a farne una migliore”.

“La cosa più importante al momento è la partita di domani, in cui una vittoria ci può dare un 50% della qualificazione agli ottavi di finale”.

E poi su Sarri:

Mi piace il modo in cui lui vuole che la squadra giochi. Facciamo più possesso palla e attacchiamo di più. Abbiamo più fiducia in noi stessi, creiamo tante occasioni, e anche se non sempre le sfruttiamo tutte è importante crearle”.

“Siamo in testa al campionato e puntiamo a vincere tutto anche quest’anno. Sono molto felice di questi cambiamenti, che ci hanno dato più fiducia”.

Sui record e sul suo futuro:

Al momento quello che più mi interessa è il risultato della squadra. I 700 gol sono già il passato e non ci penso più”

L’età per me è un numero, non necessariamente significa che sono alla fine della mia carriera. Io posso dimostrare questo con il modo in cui gioco e penso che questo possa fare la differenza”.

Infine un pensiero sui suoi compagni di reaprto: Dybala e Higuain:

Sono dei giocatori fantastici, come Bernardeschi e Cuadrado. Abbiamo una grandissima squadra, tutti fanno il proprio lavoro al meglio e il mister prende le decisioni.

Dybala e Higuain sono entrambi fondamentali. Lo abbiamo visto contro l’Inter, quando hanno segnato entrambi. Siamo veramente una squadra e non importa chi gioca e chi siede in panchina, tutti danno sempre il massimo”.