Sarri: “La Juve mi è piaciuta ma le partite non vanno gestite, vanno aggredite fino alla fine”

0
136

Maurizio Sarri ha le idee chiare nell’analizzare a caldo la gara:

“Abbiamo rivisto l’azione di Santander: era fuorigioco e il Var avrebbe vanificato un eventuale gol”.

“Ma comunque le partite non vanno gestite, vanno aggredite fino alla fine se no rischi come noi nel recupero”, ha precisato Maurizio Sarri.

“Bene anche i primi 20’ contro una squadra molto ben raccolta. Poi però c’è stato subito un calo di tensione che ci ha indotto a gestire”.

“Nel secondo tempo abbiamo mosso la palla più velocemente e gli avversari arrivavano un filo dopo, forse perché avevano speso molto per contenerci nei primi 45’”.

Sarri Analizza la prestazione di Bernardeschi:

Federico – analizza Sarri – è molto resistente, quindi aiutare tanto in difesa non gli costa molto sul piano fisico e per noi è importante, così i due attaccanti lavorano meno”.

“Questo sacrificio gli costa qualcosa in fase offensiva, perché stasera è mancato in lucidità”, ha detto l’allenatore bianconero.

Poi il tecnico torna sull’analisi tecnica della gara:

“Il confine tra palleggiare in maniera produttiva e diventare superficiali è sottile”.

Gli ultimi 5’ abbiamo perso 2-3 palloni banali, quindi la strada è quella giusta ma serve lavorare sui particolari”.

“Abbiamo fatto una buona partita, macchiata da 3-4 erroracci conclusivi che da fuori hanno dato sensazione di superficialità.

Mihajlovic? Gli ho parlato da lontano perché sono raffreddato e non volevo mettere a rischio la sua salute. Ma vederlo in panchina o allenare mi dà una grande gioia”.