Il Milan sprofonda: Un rosso di 146 milioni

0
36

Allarme rosso: il bilancio del club rossonero per la stagione 2018-2019 certifica numeri scioccanti.

Un rosso di 146 milioni (contro i 90 previsti), quello che appare nel bilancio rossonero.

Il peggiore della sua storia. Va tutto storto, dal calo dei ricavi derivanti dalla vendita di calciatori, ai proventi da sponsor e da biglietteria.

L’unico dato in crescita è quello dei ricavi da diritti televisivi passati da 109,3 a 113,8 milionidi euro.

I proventi da vendita di calciatori (da 42 a 25,5 milioni) e da sponsor (da 44,7 a 38 milioni) rappresentano solamente la punta dell’iceberg del pessimo bilancio del Milan a firma dell’amministratore delegato Ivan Gazidis.

Aumenta il costo del personale (da 150,5 a 184,8 milioni) e le voci relative ai giocatori arrivati in prestito.

L’operazione Higuain pesa ancora per 10,2 milioni.

Il saldo del calciomercato è negativo per 103,2 milioni: 153,1 spesi, soltanto 49,9 incassati.

Come si legge nella nota al bilancio, il fondo Elliott “ha versato 265 milioni fino al 30 giugno 2019 più altri 60 tra luglio, agosto e settembre”.

Servirà molto tempo per tornare tra i top club europei. Come scrive la Gazzetta dello Sport: “Il Milan rischia di impiegare tempi davvero biblici per risalire, se non ai fasti di un tempo, almeno a una posizione stabile fra i top club”.