Massimo Pavan: Lettera aperta ad Antonio Conte

0
2319

È partito il botta e risposta tra tifosi bianconeri e Antonio Conte.

I tifosi juventini si erano adoperati negli ultimi giorni in una petizione per rimuovere la stella allo Stadium a Conte, ed il tecnico leccese in conferenza stampa ha definito questi ultimi “beceri”.

Sul tema si è espresso Massimo Pavan, tifoso bianconero penna di Tuttojuve.

Questo quanto scritto dal giornalista:

Caro Antonio Conte, in tanti tifosi bianconeri hanno appena visto la tua conferenza stampa e sicuramente qualcuno avrà sentito qualcosa dentro.”

“Perchè? Semplice, perchè per i tifosi bianconeri tu non puoi passare indifferente, personalmente, il sentimento è contrastante.”

“Un idolo, perchè hai sempre detto di essere il primo tifoso, da giocatore, da allenatore, un legame quasi simbiotico, come tutte le relazioni, a volte, purtroppo, il grande amore, a volte si trasforma in altro quando le relazioni finiscono.”

E continua:

“La Juventus non ti sarà mai indifferente, i tifosi bianconeri, pure.”

“Ricordati, caro Antonio di quanti ti hanno sempre sostenuto, nei momenti belli e soprattutto nei momenti brutti.”

“Ricordo benissimo la stagione in cui sei stato squalificato e questa redazione, quella di tuttojuve ha ingaggiato una battaglia per difenderti, eravamo in pochi al tuo fianco, la Juventus, i tifosi e tutti contro.”

“Vatti a leggere cosa ti urlavano e scrivevano, i tifosi che ti sostengono oggi, le stesse cose becere e molto peggio di quello che dicono i tifosi che consideri “beceri ed ignoranti”.

“Per questo, la decisione di andare all’Inter non la consideriamo e personalmente non la considero una scelta ottimale.”

E ancora:

“Tu vedresti bene Javier Zanetti alla Juventus? Non credo, tu per i tifosi eri come lo Zanetti bianconero...”

“L’Inter rappresenta sempre per noi tifosi bianconeri la società che ci ha portato via uno scudetto vinto sul campo, quella che ogni volta che può tira fuori l’episodio di Ronaldo-Iuliano.”

“Non ce ne vorrai, ma francamente speriamo che tu non possa festeggiare nulla con quella maglia, ci sarebbe piaciuto un’altra scelta, per il resto che vinca il migliore, pronti a stringerti la mano come facciamo con tutti a fine gara.”