Moviola Barça-Inter, non si placcano le polemiche: Spopola sul web il parere dell’ex arbitro

0
769

Non si placcano le polemiche dopo gli episodi contestati da Antonio Conte relativi alla gara persa dall’Inter contro il Barcellona nel secondo turno di Champions League.

A tal fine cerca di fare chiarezza l’ex arbitro Luca Marelli, che sul proprio profilo Twitter, ha effettuato un’analisi approfondita su due episodi in particolare:

Intanto il contatto Arthur-Sensi:Potremmo discuterne per giorni interi, ma quello che possiamo affermare è che non è un contatto da Var, nemmeno in Italia”.

“E’ uno di quei contatti su cui non ci si troverà mai in totale accordo, ovviamente per un tifoso è frustrante non vedersi fischiare un rigore così”.

“Il contato tra la parte esterna del piede sinistro di Sensi e la punta del destro di Arthur c’è, ma mi sembra un contatto molto leggero”.

“Ma nel caso in cui Skomina avesse deciso di fischiare, tale decisione non potrebbe essere stata oggetto di review”.

Il contatto Asamoah-Suarez: “L’assistente Vukan alza la bandierina per un fuorigioco inesistente dopo il contatto…”.

“Il contatto è molto rischioso, Asamoah si aiuta molto col braccio sinistro. Siamo nell’ambito della valutazione soggettiva del contatto, la sua entità fa parte dei confini valutativi dell’arbitro”.

“Il VAR in linea teorica poteva intervenire perchè si era fermata l’azione, ma in Europa non vedremo mai review su contatti di questo genere, ma solo su fatti eclatanti”.

Ricordiamo che a seguito di questi episodi, Conte ha denunciato al termine della partita un trattamento a suo dire non equo:

“Ho visto anche alcune situazioni un po’ indirizzate. e questo mi dispiace. Non parlo solo del possibile rigore su Sensi, ma di tanti episodi accaduti fin dall’inizio”.