L’ex arbitro Marelli analizza Juve-Verona: “Il calcio di rigore alla Juve non sarebbe stato un errore, anzi”

0
1760

Una partita combattuta quella tra Juventus e Verona, che ha visto i bianconeri portare a casa tre preziosi punti per arricchire la classifica.

Un rigore per parte, con vari episodi giudicati dall’arbitro La Penna, che non ha però assegnato un rigore alla Juventus, a seguito dell’episodio verificatosi al 74′, che ha visto Higuain atterrato in area di rigore da Rrahmani.

L’episodio ha creato qualche polemica e ha portato Higuain ad una vistosa perdita di sangue dal naso.

L’ex direttore di gara Luca Marelli, ha analizzato sul suo blog la direzione di La Penna in Juventus-Verona, ponendo l’accento proprio sul contestato episodio.

Le parole di Marelli:

“Su un pallone spiovente in area Higuain cade a terra dopo un contatto con Rrahmani e Di Carmine: questo è un episodio sul quale c’è da discutere.

Il contatto con Di Carmine (è questo il colpo che provoca la fuoriuscita di sangue dal naso dell’attaccante) è totalmente fortuito.

Meno fortuita l’azione del difensore Rrahmani che non solo si appoggia con la mano destra sulla spalla di Higuain ma anche col braccio sinistro si aiuta strattonando il collo dell’avversario.

È un’azione che La Penna ha visto e valutato, perciò rimane nella sua valutazione soggettiva. Ciò porta all’impossibilità per il VAR di intervenire (il protocollo non concede spazio di azione) ma l’irregolarità del difensore è piuttosto evidente.

Il calcio di rigore non sarebbe stato un errore, anzi“.