Buffon dei record decisivo contro il Verona: “Quando smetto?Calma ragazzi…”

0
153

Gianluigi Buffon ha lasciato subito il segno nel suo secondo esordio tra i pali della porta della Vecchia Signora.

Il n.77 bianconero contro l’Hellas Verona è stato decisivo.

Sue sono state le parate nella ripresa, su Lazovic e Veloso, che hanno permesso alla Juventus di portare a casa il bottino pieno.

Già nel pre partita Buffon aveva dichiarato sui social: “Giocare nel nostro stadio ha sempre un sapore particolare. Essere insieme ai tifosi del nostro stadio è un piacere indescrivibile. Vincere nel nostro stadio è una virtù che non possiamo perdere e che dobbiamo difendere con tutto noi stessi. Sempre”.

Dopo la gara, Buffon è poi entrato nella storia del calcio segnando un nuovo record: 902 presenze con i club agganciando Paolo Maldini (che ora lo precede solo nella classifica legata alle presenze assolute in Serie A).

Tornare alla Juventus è stata una grandissima soddisfazione alla mia età e dopo una carriera bella ed emozionante come la mia” – spiega il 41enne portiere bianconero.

Come si gestisce il giocare poco? Parlare di dualismo con Szczesny è inappropriato, le cose erano chiare fin dall’inizio e io le ho accettate senza dubbio”.

Buffon precisa: Volevo tornare e ricondividere altre emozioni con i dirigenti e la gente della Juve: è questa la spinta per cui sono tornato accettando questo ruolo un po’ limitato in campo. Ma ci sono tante altre sfumature per avere soddisfazioni”.

Quando smetto? Calma ragazzi, siamo solo a settembre… ma fisicamente sto molto bene”, ha concluso il portierone di Carrara.