Antonio Conte: “È tutta colpa mia”

0
588

Antonio Conte è una furia in conferenza stampa, nel post partita di Inter e Slavia Praga, valevole per il primo turno di Champions League.

La sua Inter infatti è stata messa alle corde, dallo Slavia Praga, esolo nel finale dopo 8 minuti di recupero la banda nerazzurra è riuscita a pareggiare con Barella, lesto a calciare in porta un pallone respinto dalla traversa.

Il tecnico Antonio Conte analizza l’1-1 del Meazza, ai microfoni di Sky Sport:

“Sicuramente lo Slavia Praga ha giocato in maniera europea, a ritmo elevato”, ha detto Conte.

Ci hanno aggredito e dovevamo trovare delle soluzioni diverse, però abbiamo fatto fatica. Non sono soddisfatto della prestazione di questa sera”.

“Il primo responsabile sono io, non ho inciso come avrei dovuto. I ragazzi vanno lasciati tranquilli. Non è questo il calcio per cui giochiamo e ci alleniamo”.

Conte lo ribadisce: “Io primo responsabile, sono il più asino di tutti”, riferisce Sport Mediaset.

“Serve maggiore personalità e bisogna crescere. Quando io parlo di percorso di crescita, io so che tipo di situazione c’è qui”.

“Poca intensità? Di che parliamo? Ci hanno battuto in tutto. Dovevamo correre più di loro ed essere più cattivi di loro. Non è che arrivo, tocco e diventano cigni”.

Sono step di crescita i nostri, tanti ragazzi devono crescere a questi livelli. Lukaku? Non c’è da parlare dei singoli, oggi tutti siamo stati sotto la sufficienza. E io per primo devo essere messo dietro la lavagna. Non c’è da parlare di uno o dell’altro”, ha concluso il mister.