Dopo i fatti di Cagliari, la Juve condanna ufficialmente le discriminazioni

0
129

La Juventus, ancora una volta in prima fila contro le discriminazioni di razza.

Il tema, purtroppo è tornato a galla dopo i fischi ricevuti da Lukaku a Cagliari. Stesso stadio nel quale era stato preso di mira anche il giocatore bianconero Moise Kean

La società bianconera ha voluto ribadire con fermezza il proprio risentimento nei confronti di questi vili atti.

E lo ha fatto condividendo per l’ennesima volta, l’importante relazione sulla lotta alla discriminazione nel calcio sottoscritta qualche anno fa dal Presidente Andrea Agnelli.

Ecco quanto scritto su Twitter, dalla società bianconera che ha ribadito che le discriminazioni “non spariranno dagli stadi di calcio per magia [… ], possono essere ulteriormente ridotti da azioni sistematiche, coerenti e coordinate da parte di coloro che condividono l’obiettivo di promuovere un calcio di diversità culturale e inclusione sociale”.