Ancelotti: “I rigori non li ho visti. Questa squadra può vincere lo scudetto”

0
286

L’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, ha commentato a Sky la vittoria sulla Fiorentina per 4-3 nella prima giornata di campionato.

Le parole di Ancelotti:

“E’ stata una bella partita. La Fiorentina ha fatto meglio nella prima parte e noi l’abbiamo raddrizzata. Non abbiamo fatto bene in difesa, mentre abbiamo fatto bene in attacco. Dobbiamo bilanciare meglio.

Eravamo un po’ in ritardo nel pressing, arrivavamo secondi ma siamo stati bravi nella gestione.

Sono tre punti importanti, pesano tutti. Vero che son stati presi tre gol, ma ne abbiamo comunque fatti quattro. In trasferta.

Non abbiamo difeso bene ma davanti alcune uscite, alcune situazioni, sono state fatte molto bene. Qui è un campo ostico, un ambiente ostile“.

Ancelotti ha commentato i momenti di tensione con i tifosi viola:

“Dopo novanta minuti di insulti ho invitato le persone che me li facevano di andare a casa, che era ora. Ricevere insulti non fa piacere.

Purtroppo ci sono tanti ignoranti e dispiace perché la Fiorentina è una squadra per la quale simpatizzo in quanto la tifava mio padre”.

In merito agli episodi da rigore, Ancelotti ha commentato:

“Li ha visti la VAR. Io non li ho visti“.

Il tecnico azzurro ha poi concluso con un commento sulla corsa allo scudetto:

“Ho detto che mi prendo la responsabilità di dire che questa squadra può vincere. I miei giocatori li conosco bene, e parlo a livello di squadra.

Questa squadra è forte e anche in un inizio non giocato bene ha mostrato grandissime qualità offensive. I quattro hanno dato fastidio e dobbiamo prenderci questa responsabilità.

Stasera alcuni movimenti non erano ben combinati, e quando manca intensità sul portatore di palla si rischia di essere infilati. Ho visto anche qualche difficoltà di fraseggio ma è la prima giornata di campionato. Insistiamo su quanto stiamo facendo.

In allenamento la squadra mi dà soddisfazioni come poche altre. Siamo contenti di giocare partite di cartello. Tutti vorrebbero essere presenti.

La Juve è passata da un allenatore ad un altro, e intanto auguro il meglio a Maurizio e di vederlo prima possibile. Speriamo di giocare una bella partita, con entusiasmo e concentrazione. Forse la Juve è la più complicata della stagione e arriva alla seconda ma è bene così”.