Juve, primi indizi su esclusi lista Champions: Perin e Pjaca. Poi Rugani, Matuidi e Mandzukic

0
293

Iniziano a filtrare le prime indiscrezioni circa gli esclusi dalla lista per la prossima Champions League.

Mattia Perin e Marko Pjaca sono i primi nomi certi ad essere depennati dall’elenco, in quanto entrambi al momento infortunati, anche se dovrebbero restare alla Juventus almeno fino a gennaio.

Gol. com sul proprio sito, traccia il punto della situazione: “Maurizio Sarri è stato chiaro: la Juventus ha bisogno di cedere”.

“La rosa infatti ad oggi è troppo ampia e riuscire a sfoltirla sta diventando un vero rompicapo per Fabio Paratici”, si legge sul sito di informazione calcistica.

Lo stesso direttore sportivo, al termine dell’amichevole di Villar Perosa, ad esempio ha ammesso come piazzare due degli esuberi sia molto difficile”.

Perin e Pjaca sono lungodegenti e in questo momento non possono giocare, quindi difficilmente saranno trasferiti in questo calciomercato”.

“Il portiere, operato alla spalla qualche mese fa, in realtà era stato ceduto al Benfica ma non ha superato le visite mediche in Portogallo ed è ritornato alla base, dove a questo punto dovrebbe restare almeno fino a gennaio prima di trovare un’altra squadra”.

“Stesso discorso per Pjaca che, dopo essere rientrato dal prestito alla Fiorentina, sta recuperando dopo la seconda rottura del legamento crociato e nei prossimi mesi non potrà scendere in campo”.

“Entrambi quindi, come anticipato da Paratici, resteranno alla Juventus ma ovviamente non verranno inseriti nelle liste. Liste dalle quali, ad oggi, rischiano però di restare fuori altri tre giocatori: i maggiori indiziati sono Rugani, Matuidi e Mario Mandzukic”.

“Mentre dovrebbero essere inseriti regolarmente Khedira, Dybala e Higuain”, sentenzia Gol.com.

Paratici invece ha confermato l’imminente addio di Luca Pellegrini, arrivato dalla Roma nello scambio con Spinazzola ma destnato a tornare al Cagliari in prestito.

“Pellegrini presumibilmente nelle prossime ore raggiungerà il Cagliari. Poi il resto è una differenza rispetto agli altri anni solamente di un posto in meno o in più in lista Champions. Nel senso che noi gli altri anni potevamo iscrivere 21 giocatori più i local player, e ne avevamo due, quindi raggiungevamo il numero di 23. Mentre quest’anno ne abbiamo solo 22. Ma i nostri giocatori sono stati sempre 24-25 e sempre 1-2 giocatori sono usciti dalla lista Champions. Quindi non c’è nessun allarmismo”.