Juve, anche Mandzukic si mette di traverso

0
207

Resta caldissimo l’asse di mercato tra la Juventus e il Manchester United.

Dopo iIl no di Paulo Dybala al trasferimento ai Red Devils,Fabio Paratici si concentra sulle altre trattative.

Tuttosport tra le sue colonne fa il punto della situazione, che secondo il quotidiano tende a complicarsi sempre più con il passare delle ore.

“Inannzitutto, quella che può portare in Premier League Mario Mandzukic: negli ultimi giorni è stato davvero ad un passo dal chiudere l’intesa, poi nelle ultime ore ha avuto un ripensamento”.

Scrive ancora Tuttosport che “nel caso di acquisto, da parte della Juventus, di Romelo Lukaku (poi passato all’Inter nelle ultime ore), il croato avrebbe decisamente fatto fatica a ritagliarsi spazi, ma ora che tutto è saltato i suoi dubbi sull’opportunità di lasciare o meno sono tornati in maniera massiccia”.

“Del resto, s’è capito: nessuno ha tutta questa voglia di cambiare aria alla Continassa…”

“Ciò non toglie, comunque, che con o senza Lukaku, SuperMario non è più così centrale nel progetto bianconero”.

“Dunque insistere a dispetto di tutti e tutto, non ha tutto questo senso”.

“E il treno Manchester United rischia di essere l’ultimo, di tale livello, ad arivare per il 33enne”.

“Da Manchester, comunque, insistono: hanno bisogno di un centravanti”.

“Una intesa di massima tra le parti già c’è: la Juventus ha fissato la richiesta per il suo attaccante in circa 15 milioni di euro, ma ormai la fase è tale da indurre ad accettare anche la possibilità di fare sconti”.

“Quanto al giocatore, si parla di biennale (massimo triennale) da 4 milioni a stagione più bonus.

Discorso a parte quello di Matuidi: “Pure lui è stato oggetto di discussioni, ragionamenti, riflessioni negli incontri avvenuti in questi giorni di trasferta londinese del direttore sportivo bianconero Fabio Paratici con i dirigenti del Manchester United e con Mino Raiola, agente appunto di Matuidi (oltre che di Paul Pogba).

Pure Matuidi ha ben chiaro in mente che per lui gli spazi sarebbero assai ridotti, la prossima stagione: il gioco di Sarri non sembra fatto esattamente per esaltare le sue caratteristiche, e inoltre la concorrenza è a livelli altissimi già ora (con gli acquisti di Ramsey, Rabiot) e potrebbe diventare ancor più tosta qualora si riuscisse a compiere il colpo Pogba.