Paulo Dybala: I tifosi si mobilitano sui social e nasce #DybalaNonSiTocca

0
244

Paulo Dybala sembra proprio a un passo dal Manchester United. Il giocatore della Juventus catalizza in questo momento il calciomercato europeo.

A poche ore dall’incontro decisivo per il futuro dell’attaccante argentino, sale dunque la tensione.

Mentre l’agente del calciatore è in Inghilterra a trattare con il Manchester United nell’ambito dello scambio che dovrebbe portare in bianconero Romelu Lukaku, il giocatore argentino domani sarà alla Continassa per confrontarsi con Maurizio Sarri.

Sui social, intanto, i tifosi hanno lanciato l’hashtag #DybalaNonSiTocca, che sale in tendenze, per esprimere il proprio parere in merito.

Tutto è nato dalla improvvisa virata della Juventus sull’attaccante della nazionale belga Romelu Lukaku.

Improvvisamente il numero dieci della Juve non rientra più nei piani tecnici del mister toscano.

I bianconeri hanno già trovato l’intesa sull’ingaggio con il bomber belga (9 milioni di euro a stagione) e anche l’accordo con i Red Devils sul conguaglio economico che gli inglesi dovranno versare nelle casse del club torinese nell’ambito dello scambio (circa quindici milioni di euro).

Ora si attende solo il benestare di Paulo Dybala, il quale pretende uno stipendio molto più alto di quello percepito in bianconero:  12 milioni di euro.

Dal canto suo il Manchester United è disposto a concederne 9 di milioni, mettendo così tutta l’operazione in dubbio.

C’è un dettaglio non trascurabile che gioca a favore della Joya: si tratta dell’azione di disturbo (per ora) portata avanti dal Psg, che potrebbe fare un’offerta migliore per accaparrasi le prestazioni del fantasista bianconero.

Visti tutti questi elementi, Paulo Dybala vuole dunque confrontarsi con la dirigenza  bianconera.

Il giocatore, secondo quanto si apprende dai media, manifesterà il desiderio di restare a Torino a giocarsi le sue carte, seppure all’interno d un parco attaccanti folto e agguerrito.

Il  club invece pare sia intenzionato a confermare che ha intenzione di cederlo.

Fonte: La Gazzetta dello Sport