In dieci anni la Juventus ha stravolto tutto: da Di Natale a CR7 e De Ligt

0
184

La Juventus sembra essere vicina ad un ennesimo colpo, quello di Romelu Lukaku.

A seconda che l’acquisto del giocatore vada in porto o meno, la Juventus avrà comunque vinto e dimostrato la forza acquisita sul mercato.

Se davvero dovesse acquistare il belga, soffiandolo all’Inter, mostrerebbe ai neroazzurri la sua potenza e superiorità.

Ma anche in caso di mancato acquisto, avrebbe dato vita ad una manovra di disturbo che solo chi ha davvero potere sul mercato può fare.

E pensare che nove anni fa, la Juventus si vedeva rifiutata da Antonio Di Natale, che preferì restare in provincia all’Udinese piuttosto che approdare alla Juventus.

Probabilmente la scelta di Totò fu anche giusta, dato che i bianconeri raccoglievano in quelle stagioni settimi posti e delusioni.

Dal 2009 al 2019 è tutta un’altra storia. La Juventus ha accresciuto la propria reputazione, il proprio palmares con otto scudetti, il proprio fatturato, la visibilità in Europa e nel mondo che aveva smarrito, la capacità di attirare sponsor e soprattutto campioni.

La Juventus ha culminato questo percorso di dieci anni con l’acquisto di Cristiano Ronaldo, il giocatore più forte del mondo a Torino, qualcuno ancora non riesce a crederci a distanza di un anno.

Eppure è così. Ma il presidente Agnelli non si è limitato a prendere il top player dei top player.

Questa sessione di calciomercato ha infatti visto l’arrivo di Matthijs De Ligt: probabilmente l’acquisto del difensore olandese è ancora più significativo di quello di CR7.

Se nel caso di Ronaldo si parla di un 34enne, seppur marziano, nel caso dell’ex Ajax parliamo di un campione con tutta la carriera davanti, un top player che può costruire le fortune della Juventus per i prossimi dieci anni.

Inolte, dettaglio non di poco conto, nell’operazione De Ligt la Juvenus ha sorpassato in extremis un colosso come il Barcellona, ottenendo la preferenza del giocatore.

Insomma,dal 2009 al 2019 il mondo si è stravolto, e la società bianconera non sembra avere intenzione di fermarsi.