Parla Nedved: “Lukaku? Stiamo lavorando, Dybala piace a molti”

0
336

Nella giornata dedicata al sorteggio del calendario di Serie A, si sono concessi ai microfoni i dirigenti delle varie squadre.

Tra questi Pavel Nedved, dirigente della Juventus, che oltre a commentare il calendario, ha risposto anche a domande riguardanti il mercato dei bianconeri.

La Juventus inizierà, secondo quanto sorteggiato, il proprio campionato al Tardini di Parma, mentre giocherà la prima allo Stadium alla seconda contro il Napoli.

Nedved commenta prima il Parma, primo avversario della squadra torinese:

“Il Parma? Si comincia forte, giocheremo in una città dove la gente ci accoglie bene, su un bel campo dove giocare

Poi sul Napoli, avversario della seconda giornata e primo big match:

“Il Napoli? Sarà una giornata particolare per l’allenatore, cominceremo forte. Sono i primi allenamenti con Sarri, serve tempo per capire le sue idee, che sono molto interessanti.”

Siamo felici di Maurizio, avrà tutto il tempo necessario. Quando scegli un allenatore lo fai per il futuro, serve tempo per le sue idee e ne avrà abbastanza”.

Una battuta anche sull’Inter dell’ex Antonio Conte:

“Abbiamo già affrontato l’Inter in Cina, è stato un ottimo antipasto. Vogliamo batterli, ma sappiamo che stanno costruendo qualcosa di importante. Sarà un piacere affrontare i nerazzurri in campionato”.

“La prossima stagione sarà interessante e difficile, ci presentiamo con tante novità. Questo campionato si giocherà fino all’ultima giornata. Si deciderà alle battute finali, sono sicuro”.

Nedved parla poi anche di calciomercato, rispondendo prima a una domanda su Lukaku, riguardante il mercato in entrata:

«Noi ci sentiamo forti ma cerchiamo di rinforzarci ancora di più. Lukaku? Non entrerei nei dettagli, ma sì, abbiamo proposte e interessamenti. Stiamo lavorando, poi ci saranno delle offerte e decideremo insieme».

E poi su Paulo Dybala e il mercato in uscita:

«Futuro di Dybala? Come ho detto ci sono proposte e interessamenti ma aspettiamo le cose concrete e poi decideremo».