Cobolli Gigli: “Commisso potrebbe fare a meno di fare polemica verso la Juve”

0
238

Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus, intervistato ai microfoni di tuttojuve.com, ha commentato la sfida tra Juve e Inter, decisa ai rigori.

“È stata una partita giocata da entrambe per vincere, in un’atmosfera da stadio stimolante e in un clima meteorologico difficile alla luce del caldo”.

“Entrambe le squadre hanno giocato come se fosse una partita vera“.

“La squadra nerazzurra ha giocato meglio, si vede la cura Conte: giocatori determinati, non svogliati, con ottimi schemi di gioco”.

La cura Sarri, invece, non si vede“.

“Fin dall’inizio sono stato sempre critico con Sarri per le dichiarazioni che in passato aveva fatto verso la Juve e per i suoi modi di fare, ma ognuno ha i suoi modi”.

“Le cattiverie verso la Juve non le dimenticherò. Ma vedo che si parla già di Sarri come Juventino, dimenticandosi il resto“.

L’ex presidente della Juve ha poi speso parole di grande stima nei confronti del portiere Gigi Buffon:

“L’ho visto bene, molto tirato, molto reattivo, ha parato tre rigori veri“.

Ha vinto Buffon la partita, sono sempre legato a lui da stima ed amicizia. Io non lo vedo strano il suo ritorno, è una persona di cuore legata alla Juve, è un uomo chiave dello spogliatoio“.

Cobolli Gigli ha poi commentato le prestazioni di alcuni altri giocatori, Ronaldo fra tutti:

“È sempre lo stesso giocatore pericoloso, aveva sempre quattro giocatori contro. Non ho visto schemi meravigliosi, ma lui ha fatto il suo dovere con tiri buoni. È un grande giocatore, ma da solo non può risolvere sempre”.

“Ho visto bene Bernardeschi e una buona difesa”.

De Ligt ha giocato bene, è un buon acquisto. Da ex presidente, posso essere preoccupato per il costo del cartellino, per il suo stipendio e per lo stipendio faraonico del suo procuratore Raiola“.

L’ex presidente ha poi commentato le varie possibili trattative in entrata e in uscita:

“Bisogna vedere cosa succede con Dybala e con quei giocatori che possono essere ceduti. Il centrocampo è stato rinforzato. Non credo all’arrivo di Pogba, a meno che non si venda Dybala“.

“Per quanto riguarda Chiesa, dipende dal presidente della Fiorentina che potrebbe fare a meno di fare polemica verso la Juventus. Non serve fare polemica, ma garantire un futuro certo al giocatore. Per me non serve in questo momento“.

Un ultimo commento dell’ex presidente sul possibile acquisto di Mauro Icardi:

“Mi indignerebbe molto un suo eventuale acquisto”.