Orrico: “Con l’addio di Marotta la dirigenza della Juve lavora in maniera più logica”

0
723

L’ex tecnico di Inter e Udinese Corrado Orrico ha parlato della Juventus. Lo ha fatto dagli studi di Sky.

Le prime parole Orrico le dedica al mercato bianconero:

De Ligt è un acquisto formidabile. Con Ramsey e Rabiot... Mi vien da pensare che con l’addio di Marotta la dirigenza della Juve lavora in maniera più logica, prima prendevano solo punte”.

“Finalmente arrivano centrocampisti e difensori, e questa Juve non solo in Italia farà bene ma sarà tra le primissime in Champions“.

Sarri difende a quattro in modo classico, è analitico metro per metro. I due esterni hanno atteggiamenti sincronizzati tra loro, non vedi mai spazi vuoti”.

“Riescono a controllare gli avversari secondo i movimenti stringendo quando serve e allargando in avvio d’azione avversario”.

De Ligt mi ricorda profondamente Nesta, ha più fisico dell’ex Milan ma è rapido come lui e questo lo rendeva il migliore centrale italiano all’epoca”.

Jorginho arrivò dal Verona come Pjanic nei primi tempi con Benitez. Sarri l’ha reso un boscaiolo, tanta quantità e decisione nei contrasti”.

“Nel Chelsea ha tenuto botta, Pjanic dovrà diventare concreto nel gioco. La Juve negli ultimi due anni ha pagato l’atteggiamento del centrocampo in Europa, subiva le folate avversarie”.

“Non c’era filtro, Khedira faticava, Matuidi tiene poco campo e Pjanic era troppo compassato”.

“E infatti hanno messo mano in maniera pesante in quel reparto. Higuain e Icardi? Sottovalutiamo la testardaggine di questi due. Se non vogliono schiodare è dura per Juventus e Inter…”.