Furia Icardi: “​Resto qua due anni, prendo lo stipendio e non mi muovo”

0
732

Con una nota ufficiale, l’Inter ha comunicato che Mauro Icardi ha lasciato il ritiro della squadra nerazzurra di Lugano:

Mauro Icardi rientrerà oggi a Milano dal ritiro di Lugano.

Il club e l’attaccante argentino hanno preso questa decisione di comune accordo.

Icardi proseguirà il suo percorso di ricondizionamento atletico nei prossimi giorni e non prenderà parte al Summer Tour in Asia#FCIM”.

L’attaccante argentino nei giorni scorsi era partito in ritiro con la squadra guidata da Antonio Conte, ma non aveva lavorato con i compagni.

Come si apprende dal comunicato ufficiale, Icardi rientra quindi ad Appiano Gentile per seguire “il lavoro di ricondizionamento atletico” previsto per lui dal club nerazzurro, con un preparatore messogli a disposizione della società per riacquistare una perfetta forma fisica, e salterà anche la tournée di International Champions Cup in Cina.

Per lui ancora una situazione di stallo che non accenna a sbloccarsi, tra le corteggiatrici Juventus e Napoli che hanno scelto la strategia dell’attesa, per tentare di portarsi a casa l’argentino al prezzo più vantaggioso possibile.

Marotta è impegnato già da tempo in trattative che possano portare ad una soluzione e permettere alla società nerazzurra di risolvere al più presto la grana Icardi, che dura ormai da molti mesi.

L’attaccante argentino era comunque partito in ritiro a Lugano insieme alla squadra, una scelta spiegata dallo stesso Marotta, con la motivazione di non voler correre rischi di azioni legali per mobbing, come velatamente prospettato nei giorni scorsi dalla moglie-agente di Icardi, Wanda Nara.

Il comunicato ufficiale diffuso dalla società nerazzurra riporta di una decisione presa “di comune accordo con l’Inter” ma secondo quanto riportato da la Repubblicaallontanare Icardi dal ritiro sarebbe stata una scelta della sola società nerazzurra, non condivisa dall’argentino, che appresa la notizia avrebbe sbottato:

Resto qua due anni, prendo lo stipendio e non mi muovo“.