Singolare sfottò a Viareggio: “Abbasso la Juve” stampato sugli scontrini

0
324

La rivalità tra tifosi è nota, spesso si manifesta anche con sfottò particolarmente ironici che accendono la contesa tra gli appassionati di calcio di squadre avversarie, che per lo più si tengono su livelli accettabili.

Molte le discussioni, anche accese, tra tifoserie rivali sui social, e a questo in effetti siamo abituati.

Decisamente inusuale invece è lo slogan contro la squadra rivale, riportato sugli scontrini.

È quello che accade in una pasticceria di Viareggio, il cui titolare tifoso del Milan, ha deciso di far stampare su ogni scontrino la scritta Abbasso la Juve“.

Il titolare della pasticceria ha spiegato così la sua bizzarra scelta:

“È una cosa spiritosa, assolutamente non offensiva, che ho pensato di fare per far arrabbiare un po’ quei clienti fissi che da anni, ogni mattina, mi prendono in giro per la decadenza del mio Milan“.

Stanco degli sfottò da parte dei suoi clienti juventini, forti degli otto scudetti di fila vinti dalla loro squadra del cuore, e a fronte di un Milan in questi anni decisamente poco brillante e incisivo, il titolare della pasticceria ha cercato quindi un modo per vendicarsi.

Ed ecco servita la sua rivincita nei confronti dei suoi affezionati clienti, la cui unica pecca è quella di essere sostenitori della Vecchia Signora.

Alla vista dello scontrino con la scritta Abbasso la Juve, le reazioni dei clienti sono state le più diverse, chi si è messo a ridere, chi si è arrabbiato, e chi ha giurato che non avrebbe messo più piede nella pasticceria, per poi ripresentarsi puntualmente il giorno dopo.

Il divertito titolare della pasticceria non è nuovo a provocazioni contro la Vecchia Signora.

Nel corso degli anni ha anche acquistato tutte le maglie delle squadre che hanno battuto la Juventus in Europa, tra cui quelle che l’hanno sconfitta in finale, dal Borussia Dortmund al Real Madrid, che commenta così:

“L’ultima della collezione è quella dell’Ajax. Il mattino dopo l’eliminazione le ho indossate sotto al grembiule da lavoro e ho servito al bancone i tifosi juventini“.

“Il calcio è divertimento e anche gli scontrini sono un modo per viverlo con lo spirito giusto“.