La Juve su Lukaku per il dopo Mandzukic

0
368

L’attaccante Romelu Lukaku, considerato da Conte il profilo ideale per la sua squadra, rimane l’obiettivo principale dell’Inter, ma la trattativa appare alquanto complicata per via dell’importo richiesto dal Manchester United per il calciatore belga: 75 miloni.

Al momento l’Inter cerca di prendere tempo, con la speranza che il giocatore non gli venga scippato nel frattempo.

E alla finestra c’è la Juventus, che non ha abbandonato l’obiettivo Mauro Icardi, ma che considera Lukaku il profilo perfetto per sostituire Mandzukic, dato in partenza.

Le ultime sulla trattativa dell’Inter per Lukaku, riportate da il Corriere dello Sport:

“Il Manchester United per ora non fa sconti e per cedere Lukaku vuole 75 milioni di euro.

L’Inter lo ha capito e prima di provare l’affondo per il belga ha bisogno di fare una grande cessione che, vedendo come si è messo il mercato nerazzurro, può essere solo quella di Icardi.

Per il momento, dunque, in viale della Liberazione i soldi necessari per sferrare l’offensiva decisiva per Romelu non ci sono e allora Marotta e Ausilio stanno studiando una soluzione alternativa, ovvero quella di ammorbidire in qualche modo le pretese della Roma, che per Dzeko ha dato avvio a un vero e proprio braccio di ferro, e poi valorizzare il “capitale” Lautaro Martinez, quando l’argentino tornerà dalle vacanze post Coppa America.

La pista Lukaku non sarà abbandonata perché lui è la prima richiesta di Conte.

Al tempo stesso, però, l’attacco va sistemato per consentire alla squadra di lavorare in un certo modo.

A Lugano, con Icardi anche ieri fuori dalle esercitazioni tattiche, ci sono solo Politano, Colidio, Esposito e Vergani. Un po’ poco.

E numericamente la situazione diventerà ancora più complicata in occasione della tournée a Singapore e in Cina.

Ecco perché l’arrivo del bosniaco è considerato importante.

Il problema è la resistenza della società giallorossa.

Quella di Dzeko è un’operazione economicamente meno impegnativa rispetto a quella di Lukaku e, pur non essendo facile da chiudere, è considerata più “fattibile” in tempi rapidi.

È bene sottolinearlo: Edin e Romelu non sono alternativi, ma titolari nell’Inter dei sogni di Conte.

In questo momento, però, bisogna fare i conti con la realtà che parla di uno United deciso a non fare sconti sulla valutazione del suo bomber.

Ecco perché Dzeko può essere una preda meno complicata da catturare.

Con lui, Marotta e Ausilio potrebbero guardare alla trattativa con i Red Devils con maggiore calma.

Anche perché, indipendentemente dalla vicenda Icardi, in rosa ci sono sia Politano sia Lautaro Martinez, un talento che Conte stima tantissimo e che non vede l’ora di allenare.

Il problema, dunque, è “solo” strappare l’ok di Fienga e Petrachi per Edin”.