Marotta nel mirino dei tifosi a causa di Icardi: “Disastro diretto da due ex juventini”

0
524

Beppe Marotta è al centro di una furiosa contestazione da parte dei tifosi dell’Inter, a causa delle sue dichiarazioni su Icardi e Nainggolan.

Marotta, nel corso di un’intervista a Sky, aveva dichiarato:

“Serve chiarezza e trasparenza. Icardi e Nainggolan sono degli ottimi giocatori e talenti, ma non basta. Non rientrano nel nostro progetto“.

Parole che hanno gelato i tifosi nerazzurri che, seppur scontenti del comportamento del loro ex capitano Icardi, lo hanno sempre considerato un elemento essenziale per la squadra.

Un’intenzione ammessa ora da Marotta, ma che era già stata abbondantemente intuita dai tifosi.

Circolavano ormai da tempo infatti numerose indiscrezioni su Mauro Icardi, prima fra tutte la sua uscita dall’Inter, anche e soprattutto per volontà di Antonio Conte, non intenzionato a tenere il bomber argentino all’interno della sua squadra.

Marotta è ora impegnato in una complicata trattativa che possa permettergli di risolvere la grana Icardi.

L’attaccante argentino domani dovrebbe partire comunque in ritiro a Lugano insieme alla squadra, una scelta spiegata dallo stesso Marotta, con la motivazione di non voler correre rischi di azioni legali per mobbing, come velatamente prospettato nei giorni scorsi dalla moglie-agente di Icardi, Wanda Nara.

Ma tutta questa situazione lascia molte perplessità nei tifosi interisti, che sui social esprimono tutta la loro rabbia per la volontà di mettere alla porta due elementi fino a ieri considerati dei punti di forza.

Molte le critiche sulla gestione dei due calciatori, ora considerati da Marotta e Conte due pesi di cui liberarsi al più presto:

“Uno è un patrimonio, l’altro è un investimento, si poteva tentare di recuperarli. Per me la società e Conte in questo hanno sbagliato. Hanno avuto troppa fretta di fare tabula rasa”

“Si sono fatti condizionare dal pessimo rendimento dovuto a Spalletti. Con Conte di certo entrambi avrebbero reso molto di più

“Non si doveva necessariamente svalutare quelli che a oggi sono un patrimonio della società. La certezza ad oggi è che li venderai non al loro reale valore di mercato, soprattutto Icardi

“Avendoli trattati così, nessuno ti pagherà quanto chiedi”

“Che la società e Conte vogliano liberarsi di personaggi ingombranti e destabilizzanti per lo spogliatoio mi sembra comprensibile, però bruciarli a mezzo stampa non mi pare la più brillante delle pensate per monetizzare

Icardi 20-25 , Radja 0. Alla Juve il primo, Cina il secondo. Niente di nuovo, ovviamente. Nessuno si stupisce delle dichiarazioni di Marotta. E quello che accadrà, sarà la diretta conseguenza di avere solo indebolito la squadra

“Un disastro, il fatto che poi venga diretto da due ex juventini mi fa preoccupare e non poco”.