Mattia Perin, niente Roma

0
412

Con il ritorno di Gianluigi Buffon, Perin lascerà con ogni probabilità Torino.

Una cosa però è certa: il portiere classe 1992 della nostra nazionale, non andrà alla Roma:

come riporta “Sportmediaset”, infatti, il club giallorosso ha ormai chiuso per Pau Lopez, estremo difensore spagnolo classe 1994 del Betis Siviglia.

Il giocatore dovrebbe trasferirsi nella capitale in cambio di 27 milioni di euro, 20 cash subito e 7 dalla futura rivendita del cartellino di Sanabria.

Possibile sinergia di mercato a questo punto fra Fiorentina e Juventus.

Due squadre da sempre fortemente rivali da un punto di vista sportivo, negli ultimi anni stanno dando vita a numerosi affari di mercato.

Proprio ieri pomeriggio è avvenuto un incontro fra la dirigenza viola e Alessandro Lucci, noto procuratore italiano.

Come riportato da Tuttomercatoweb, nella lunga chiacchierata si è discusso a lungo della situazione di Mattia Perin.

Con l’Europeo da giocarsi la prossima estate, appare chiaro che Perin voglia avere la possibilità di mettersi in mostra per guadagnarsi una possibile chiamata dal ct Roberto Mancini.

La Fiorentina reputa comunque l’acquisizione di Mattia come un’ipotesi secondaria.

La dirigenza viola vuole infatti affidare la difesa dei propri pali a Bartlomej Dragowski, autore di una sontuosa seconda parte di stagione ad Empoli.

Tuttavia il portiere polacco non è così certo di una sua possibile permanenza nel capoluogo toscano, date le ricche offerte di Southampton e Bournemouth.

Futuro quindi tutto da decidere per la Fiorentina, che tuttavia può star certa di assicurarsi una portiere di qualità per la prossima stagione.

Sia Dragowski che Perin sono due profili di innegabile caratura tecnica, che potrebbero fare le fortune della neo-proprietà italoamericana, come raccontato dal sito web www.numero-diez.com.

Resta viva anche l’ipotesi Milan, anche se in questo momento i rossoneri restano defilati in attesa di definire la posizione di donnarumma

Ieri intanto Mattia Perin e Douglas Costa sono arrivati al JMedical per le consuete visite mediche di rito.