Auguri social della Juve all’ex bianconero Giancarlo Marocchi

0
203

Giornata speciale per l’ex centrocampista Giancarlo Marocchi, oggi opinionista Sky Sport, che oggi compie 54 anni e la Vecchia Signora non manca di fare gli auguri al suo ex talento bianconero.

Nel 1988 Marocchi arriva alla Juventus, dove rimane fino al 1996.

In 8 stagioni in bianconero colleziona ben 319 presenze e 25 gol tra tutte le competizioni, vincendo praticamente tutto: 1 scudetto, 2 Coppe Italia, 1 Supercoppa Italiana, 2 Coppe Uefa e 1 Champions League.

Gli auguri della Juventus a Giancarlo Marocchi pubblicati sul profilo ufficiale Twitter:

A 23 anni Marocchi veste la maglia bianconera e, nonostante la giovane età, colpisce per essere un brillante centrocampista, caparbio e capace di cambi di ritmi notevoli, diventando ben presto un pilastro della Juventus.

La sua seconda stagione bianconera, campionato 1989-90, è straordinaria, paragonato a Tardelli, per la sua grande capacità di giocare e segnare per una Juventus che vince sia la Coppa Italia, sia la Coppa Uefa.

Marocchi ricorda:

“Con Zoff mi sono trovato subito a meraviglia, ci ha messo tranquillità e ci ha trasmesso la consapevolezza di essere forti, con il suo grande carisma”.

“Sono arrivato in punta di piedi e con non poche preoccupazioni. Venivo dal Bologna, non avevo esperienze solide di Serie A”.

“Ricordo benissimo il mio arrivo in sede per firmare il contratto, a conti fatti, si è dimostrata la scelta migliore della mia vita calcistica”.

“La società si è dimostrata all’altezza della sua fama”.

Grazie alle sue eccellenti prestazioni, riesce a conquistare la maglia azzurra alla vigilia di Italia ‘90.

Trapattoni lo schiera terzino sinistro e Marocchi è ancora trascinatore nella conquista di un’altra Coppa Uefa nel 1993 e poi, nella piena maturità, dà un contributo importante anche nella conquista del suo primo scudetto, che è poi anche il primo dell’era Lippi, nella stagione 1994-95.

A completamento della sua carriera arriva la Champions League nel 1996, conquistata nella memorabile partita contro l’Ajax.