spot_img
spot_img
giovedì, Giugno 13, 2024

Lippi: “Il dirigente più competente? Luciano Moggi”

spot_imgspot_img

L’ex allenatore della Juventus e attuale ct della Cina, Marcello Lippi, in un’intervista a TuttoSport, ha commentato le vicende in casa Juventus.

A iniziare dal passato, e del suo rapporto con l’ex dirigente bianconero Luciano Moggi:

“Il dirigente più competente? Come faccio a non dire Luciano Moggi?”.

“Al di là degli errori che può aver commesso, ha una conoscenza di calcio infinita“.

“Poi naturalmente Giraudo, Galliani, un altro di grandissime qualità”

Lippi ha poi proseguito con un commento sull’arrivo di Maurizio Sarri sulla panchina bianconera:

“Io credo che alla base ci sia stata soprattutto la voglia di cambiare, di cambiare anche filosofia, di dare nuovi stimoli a tutto l’ambiente dopo otto scudetti consecutivi”.

Sarri è un allenatore che fa giocare molto bene le sue squadre. Giocare a due tocchi è una delle cose più complicate, ma lui ci riesce splendidamente. Ora però tutto questo non basta, deve anche vincere. Io penso che farà molto bene, poi vincere non è mai facile o scontato“.

L’ex allenatore ha poi commentato il ritorno di Buffon in bianconero:

“Sul ritorno di Buffon, non posso essere io a giudicare. Buffon è una persona talmente bella, talmente trasparente, che qualsiasi cosa faccia, qualsiasi cosa decida, troverà in me qualcuno pronto a stringergli la mano“.

Lippi ha poi incoronato il giovane talento olandese Matthijs de Ligt:

“Io credo che il calciatore destinato a spostare davvero tutto sia de Ligt“.

“Lo trovo veramente forte, è un armadio con una grande saggezza, è uno che ti regala equilibrio, fortissimo tecnicamente e capace anche di far gol”.

“Non è il caso di fare paragoni. È vero, da Nesta a Baresi, da Maldini a Ferrara, da Cannavaro a Materazzi, di difensori eccezionali ne ho visti tanti, ma mai uno come lui in rapporto all’età”.

“La Juve con de Ligt farebbe un ulteriore, importantissimo, salto di qualità. De Ligt, con Bonucci e Chiellini, può essere davvero la chiave per fare di una Juve fortissima, una Juve ancora più forte.

Capace di raggiungere qualsiasi traguardo anche in Champions“.

- Advertisement -