Pavan: “Se al posto di Oriali ci fosse stato uno juventino, sai che casino?”

0
688

Il giornalista e opinionista sportivo Massimo Pavan ha commentato su tuttojuve.com la recente nomina di Gabriele Oriali all’Inter, al fianco di Antonio Conte, nonostante il suo incarico in Nazionale.

Le parole di Pavan:

Doppio incarico per Gabriele Oriali? Inter e Nazionale sembra questo il destino del dirigente.

Gabriele Oriali che torna all’Inter come first team technical manager, ma non lascia il suo ruolo in Nazionale.

Almeno sino a Euro 2020, insomma un bel conflitto di interessi per un ruolo che è molto delicato anche in Nazionale, per quel che riguarda l’utilizzo di eventuali calciatori e anche le varie convocazioni.

Fossimo stati nell’Italia avremmo posto un aut aut, impossibile svolgere questo ruolo senza polemiche, giusto poter fare una cosa o l’altra.

L’Italia non è una piccola nazionale e non merita persone con un ruolo part time, oltretutto Oriali sarebbe stato liberissimo di continuare in Nazionale senza alcun problema e non capiamo come mai abbia deciso di tornare in nerazzurro senza aver completato il percorso in azzurro.

Evidentemente la pressione di Antonio Conte con cui aveva collaborato già in Nazionale è stata troppo forte e tal punto da creare questa situazione alquanto ambigua e poco piacevole.

Fossimo nella Federazione ci penseremmo bene perché gli svantaggi del doppio ruolo sono maggiori del ruolo unico.

Se fosse successo alla Juve, oggi diremmo la stessa cosa, non ci piacciono le cose fatte a metà, ruoli svolti senza concentrarsi al 100% in un’attività e proprio per questo non lo gradiremmo se in futuro un dirigente svolgesse il doppio incarico.

Allo stesso tempo siamo sicuri che se un dirigente facesse questo ruolo per i bianconeri e per la Nazionale, sicuramente si innescherebbe un vortice polemiche di dimensioni non trascurabili.

Staremo a vedere, rimanendo vigili, sicuramente questa è una situazione ambigua che si poteva evitare“.