Leonardo Bonucci: Sondaggio del Psg per il difensore bianconero

0
356

La notizia è rimbalzata nella tarda serata di sabato quando Sport Mediaset intorno alle 21 scrive che Leonardo, direttore sportivo del Psg, smuove le acque del mercato anche in Italia e prova a capire se ci sono i presupposti per portare a Parigi Leonardo Bonucci.

Ora emergono ulteriori dettagli rivelati dalla Gazzetta dello Sport.

Leonardo nei giorni scorsi ha chiamato Alessandro Lucci, agente di Bonucci, e gli ha espresso il suo interesse per il centrale della Nazionale.

Bonucci due estati fa ha deciso di lasciare la Juve e ha terremotato il mercato con il passaggio al Milan: il trasferimento più pazzesco dell’anno”, ricorda ancora la Gazzetta dello Sport.

Un’estate fa ha spinto per tornare a Torino, la città della sua vita, ed è nato l’affare con Higuain e Caldara: un’altra volta, il passaggio più pazzesco.

Il dialogo Leonardo-Lucci è solo un primo passo ed è troppo presto per sapere che succederà ora.

C’è da capire quanto vuole investire il Psg, quali sono le intenzioni di Bonucci, come la Juventus valuterà l’operazione.

La sensazione però è che i presupposti ci siano. Il Psg cerca un centrale e ha il potere economico per convincere tutti con un’offerta che non si può rifiutare.

La Juventus sta arrivando a De Ligt e probabilmente, alla giuste condizioni, potrebbe rinunciare a un giocatore fondamentale come il suo 19.

In fondo Sarri gioca con due centrali, ha Chiellini che non si tocca e il «suo» Rugani.

Resta da capire se Bonucci possa farsi convincere a emigrare.

Bonucci è legato a Torino, città che ha scelto per la famiglia, però…

Però il Psg lo ha corteggiato anche in passato e un anno fa – era luglio 2017 – si sprecava inchiostro per parlarne.

Bonucci pensò davvero al Psg, poi scelse di tornare alla Juventus e il Milan accettò perché poteva avere sia Higuain sia Caldara.

Quella trattativa è tornata d’attualità e il finale potrebbe cambiare perché Bonucci, magari con un contratto XL, può davvero pensare di vivere altrove l’ultima parte della sua carriera.

Ripetendo l’esperienza del suo amico Gigi Buffon.