spot_img
spot_img
giovedì, Giugno 13, 2024

Il doppio ruolo di Oriali indigna i tifosi bianconeri: “è conflitto di interessi!”

spot_imgspot_img

Hanno vinto tutti e due: Mancini e l’Inter, certifica Virgilio Sport sul proprio sito internet.

Entrambi volevano Lele Oriali.

Il ct per il suo lavoro in nazionale e il club nerazzurro per affiancarlo ad Ausilio e Marotta come dirigente (first team technical manager per la precisione) e così l’ex mediano campione del Mondo ’82 svolgerà un doppio ruolo fino al 2020, dividendosi tra l’azzurro nazionale e il nerazzurro che è stata la sua casa per tanti anni.

La Figc ha dato il via libera ma se gli interisti sono in maggioranza felici per il ritorno di Oriali, le altre tifoserie sono sul piede di guerra.

‘Virgilio’ fa un tour sui social network per testare la reazione dei tifosi per questa decisione che lascia parecchio perplessi a dire il vero anche gli addetti ai lavori.

L’accusa – riferisce Virgilio – è quella di conflitto di interessi e sul web si sta scatenando da giorni una dura polemica.

I più acidi sono i tifosi della Juve, che provano a immaginare cosa sarebbe successo se la stessa cosa l’avesse fatta un dirigente bianconero:

Una cosa vergognosa. Lo avesse fatto un dirigente della Juventus ci sarebbero le barricate per strada” .

O anche: “Conflitto di interessi grosso come una casa”, oppure:

Immaginate un dirigente della Juve in questa imbarazzante situazione.. di certo sarebbe scoppiato il caos, interrogazione parlamentari, manifestazioni, giornali in rivolta etc etc che Paese..”.

E infine: “Lo può fare perché è interista?!?? Non sia mai lo facesse un dirigente Juve: l’apocalisse”.

Anche i tifosi degli altri club sono furiosi e ricordano:

La FIGC non volle Lippi in Nazionale per “colpa” del ruolo del figlio, eppure…” o anche: “Ora speriamo in qualche convocazione strana, per aumentare il valore degli Italiani dell’Inter”.

C’è chi fa paragoni: “Un capolavoro simile non lo ricordo dai tempi di zio Fester Galliani che contemporaneamente era vicepresidente del Milan (e portaborse di Berlusconi)” e Presidente di lega e infine la chiosa:

“Qualsiasi incarico della nazionale dovrebbe essere contraddistinto da terzietà e imparzialità”.

“Nulla contro Oriali persona, però se torni all’Inter molli la nazionale”.

- Advertisement -