spot_img
spot_img
giovedì, Maggio 30, 2024

Milan, ufficiale la sentenza del TAS: escluso dalle coppe europee

spot_imgspot_img

E’arrivata pochi istanti fa la notizia, seppur in parte prevista, che ha del clamoroso.

Il Milan è stato infatti ufficialmente escluso dalle competizioni europee, e quindi dall’Europa League conquistata attraverso il quinto posto in classifica in Serie A.

La sentenza del Tas esclude i rossoneri dalle competizioni internazionali per questioni legate al fair play finanziario, che già avevano portato il Milan a vedersi rifiutati i Volountary Agreement e Settlement Agreement da parte della UEFA.

Come spiegato nel comunicato, questa sanzione mette fine al procedimento relativo al triennio 2016-18:
“Di escludere l’AC Milan dalle competizioni europee per la stagione 2019-20 in quanto il club non ha rispettato le regole del break even durante i periodi 2015-2016-2017 e 2016-2017-2018.”

“La Camera Giudicante è chiamata a eseguire un ordine procedurale che prenda atto del seguente arbitrato e che ponga fine al procedimento AC-01/2019 relativo al triennio 2016-2017-2018″.

A questo punto cambia la situazione delle squadre italiane partecipanti alle coppe europee.

Le prime quattro classificate in campionato (Juve, Napoli, Atalanta e Inter) andranno a giocarsi la Champions League.

Il Milan (che aveva chiuso al quinto posto) teoricamente sarebbe stato in corsa (con la Roma) per l’Europa League.

Ma i guai finanziari della società – che dal prossimo anno avrà Marco Giampaolo in panchina – hanno provocato appunto la decisione del Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna (Tas).

A questo punto la Roma dovrebbe prendere il posto del Milan e accedere così direttamente alla fase a gironi mentre il Torino occuperebbe lo spazio lasciato libero dai giallorossi nei preliminari.

Proprio i giallorossi avevano dato un indizio premonitore sull’esclusione del Milan dall’Europa League. Il club capitolino aveva infatti annullato il ritiro in programma a Pinzolo volto a preparare proprio i preliminari di Europa League, suscitando non poche polemiche con il sindaco della città della Val Rendena.

- Advertisement -