Durissimo attacco di Dugarry a de Ligt: “Pieno di talento ma poco serio. Mi fa venire da vomitare”

0
406

L’ex attaccante francese, campione del mondo nel 1998, ed ex attaccante del Milan, Christophe Dugarry, intervistato da RMC Sport, ha criticato aspramente l’atteggiamento dell’olandese Matthijs de Ligt in occasione delle trattative con Juventus e Paris Saint Germain.

Secondo l’ex giocatore, oggi opinionista televisivo, il difensore olandese de Ligt starebbe pensando in maniera eccessiva all’aspetto economico della trattativa, soprattutto considerata la sua giovane età.

Le dure parole di Dugarry:

“Qual è l’idea? Cosa sta succedendo nella tua testa? 12, 13, 14 o 15 milioni di euro? Arrivati a quel punto, cosa cambia?”.

“Avrai una macchina in più, 50 metri quadrati in più nell’appartamento, 10 metri in più per la tua barca?”

“Se la sua è una scelta puramente economica, allora mi fermo, perché mi fa venire da vomitare“.

De Ligt, è eccellente, è molto bravo, ma con una mentalità del genere, non durerà, non è possibile”.

Dugarry si è poi congratulato con il Paris Saint Germain per essersi ritirato dalla trattativa per portare a Parigi Matthijs de Ligt:

“Mi congratulo con il presidente, mi congratulo con Leonardo, mi congratulo con coloro che prendono il decisioni”.

“Sono stanco di questo nuovo gioco del calcio. Fermiamoci con questo circo in cui si deve cercare a tutti i costi di convincere i giocatori”.

“A de Ligt dico: tu ti impegni in un progetto, quello del Psg. E prima ancora di iniziare in questo progetto, tu vedi già due porte d’uscita“.

“Dove sta la scelta sportiva? Ha il Barcellona, il Psg, la Juventus“.

“La scelta sportiva è chiaramente il Barcellona“.

“Per me la sua invece è solo una scelta economica. È meglio avere un giocatore medio che abbia voglia rispetto a un giocatore pieno di talento ma poco serio“.

La trattativa tra Juventus e Ajax intanto prosegue e proprio oggi Fabio Paratici è ad Amsterdam insieme al procuratore Mino Raiola, per chiudere l’operazione da 70 milioni di euro.

L’accordo con il giovane talento olandese sarebbe già stato trovato: un contratto quinquennale da 12 milioni (8 fissi più 4 di bonus) e una clausola rescissoria da 150 milioni.