La Juve nell’affare de Ligt (e non solo) potrebbe essere agevolata dal Decreto Crescita del Governo Conte

0
322

La Juventus, vanta una rosa di livello internazionale, ma il risultato negativo ottenuto in Europa ha evidenziato lacune pesanti a centrocampo e soprattutto in difesa.

Il protagonista principale, Giorgio Chiellini, spesso è stato assente per infortunio e ciò avrebbe contribuito in maniera decisiva all’eliminazione dalla Coppa.

Fabio Paratici, preso atto della situazione, da mesi avrebbe individuato in Matthijs de Ligt l’erede ideale per sostituire all’occorrenza e raccogliere l’eredità del capitano.

La Juventus avrebbe già intavolato una trattativa sull’asse Ajax – Raiola (agente del giocatore) e sarebbe disposta a versare i circa 70 milioni di euro richiesti dai lancieri e a concedere uno stipendio di 12 milioni a de Ligt.

L’ingaggio, previsto per il centrale sarebbe quello più alto percepito tra i bianconeri, sempre dopo quello di Cristiano Ronaldo.

La dirigenza della Continassa sarebbe propensa ad elargire questa cifra, in virtù del Decreto Crescita varato dal Governo Conte e in fase di approvazione al Senato.

La norma permetterebbe ai club di dimezzare l’imponibile IRPEF calcolato sullo stipendio, consentendo di fatto un risparmio sostanzioso.

Il Decreto Crescita, dunque, già uscito in Gazzetta ufficiale e attualmente in fase di conversione parlamentare può far risparmiare alla Juventus ben 9 milioni di euro complessivi sugli ingaggi di Rabiot, Ramsey e De Ligt.

L’articolo 5 del decreto varato dal Governo, infatti, permette ai club di accedere ad alcuni sgravi fiscali per i calciatori che si trasferiscono in Italia.

L’articolo cinque è stato ampliato rispetto alla versione precedente e permette di accedere a tali sgravi anche a persone che spostano la residenza in Italia per la prima volta e che restano nel nostro paese per almeno due anni.

La settimana appena iniziata potrebbe essere quella decisiva per trovare l’accordo definitivo con olandesi e giocatore.

Ora il club di Andrea Agnelli avrebbe fretta di concludere soprattutto per De Ligt per evitare l’inserimento del PSG, il cui nuovo ds, Leonardo, starebbe mandando segnali di forte interesse per il promettente centrale.