Juve, Cuadrado verso il rinnovo. Ipotesi terzino destro?

0
766

Indiscrezione a sorpresa in casa juve.

A rivelarla pochi minuti fa, ci ha pensato il portale sportivo Gol.com.

Ci sono giocatori che fanno della duttilità la propria dote principale.

E, indubbiamente, Juan Cuadrado rientra pienamente in questa categoria, essendo in grado di ‘spaccare‘ letteralmente in due la partita.

Legato alla Juventus fino al 2020, il colombiano nelle prossime settimane potrebbe apporre la sua firma su un nuovo contratto: 30 giugno 2021.

Un anno in più, all’insegna di un rapporto solido mai entrato concretamente in crisi.

Nonostante gli infortuni, nonostante il cambio di guida tecnica.

Ma c’è di più. C’è, infatti, Maurizio Sarri.

Che non vuole assolutamente perdere le qualità dell’esterno sudamericano, rienuto – dall’ex tecnico del Chelsea – un elelemento funzionale da utilizzare in diversi contesti tattici.

E sulla linea offensiva. E su quella difensiva.

Non una novità, in quanto già Max Allegri in passato ha avuto modo di valutare chirurgicamente le potenzialità di Cuadrado nel pacchetto arretrato, riscontrando risultati decisamente incoraggianti. Ora, la prova del nove.

Autore nell’ultima annata ha collezionato 23 presenze e 1 goal.

Rendimento magro, ma dovuto all’operazione al ginocchio sinistro.

Il rientro è stato dei più graduali, fondamentale un recupero totale senza affrettare le tempistiche.

Detto questo, la Juve si aspetta molto dal suo numero 16 e, per questo motivo, non sembra affatto orientata a valutare eventuali proposte.

Come detto, appunto, tutte le strade portano al prolungamento.

E, in tal senso, alla Continassa l’ottimismo non manca. Lavori in corso.

Cuadrado solo qualche giorno fa era finito alla ribalta dei quotidiani sportivi per la presunta disputa tra le due squadre milanesi,entrambe interessate alle prestazioni dell’ala bianconera.

Probabile che Lucci ne abbia parlato con Maldini in un recente incontro di mercato a Casa Milan, ma il colombiano resta anche un vecchio pupillo di Conte che dopo non essere riuscito ad averlo a Torino nella sua gestione, l’avrebbe certamente gradito a Milano, sponda nerazzurra.

Fonte: Gol.com