Juventus: Clamoroso scambio Zidane-Allegri?

0
273

La juve, c’è da scommetterci è già al lavoro per la ricerca del nuovo allenatore.

E la caccia all’erede del tecnico toscano Massimiliano Allegri entra nel vivo.

Tanti i nomi circolati in queste frenetiche ore, da Sarri a Guardiola, da Deschamps a Inzaghi, da Conte e addirittura Mourinho.

Ma un nome è stato trascurato. La nota giornalista Claudia Garcia, però, tramite il suo profilo Twitter rilancia una nuova clamorosa indiscrezione che, se confermata, avrebbe davvero dell’incredibile.

Si tratta di Zinedine Zidane.

Il franco algerino,secondo quanto riferisce la bene informata giornalista spagnola, si legge, potrebbe incredibilmente lasciare il Real Madrid al termine della stagione ed in quel caso la destinazione più probabile per lui sarebbe proprio la Juventus che per prima aveva contattato l’ex campione del mondo francese.

Ma non è tutto. La Garcia parla di un ‘maxi-scambio’ di panchine dove potrebbe rientrare proprio Massimiliano Allegri, pronto a raccoglierne l’eredità al ‘Santiago Bernabeu’ di Zinedine Zidane.

A fare da sfondo alle affermazioni di Claudia Garcia, arriva anche lo sfogo di Zidane durante la conferenza stampa del Real Madrid.

Zinedine Zidane, che in conferenza si è concentrato soprattutto sui programmi per la prossima stagione e ha anche aperto ad un clamoroso addio: “Se non posso fare quello che voglio nella mia squadra, me ne vado”.

Poi a proposito del rinnovamento della squadra in vista dell’anno prossimo:

“Le decisioni spettano a me. Questo è chiaro come l’acqua, io sono l’allenatore e farò sempre ciò che voglio, altrimenti andrò via. Per gli acquisti e questo genere di cose abbiamo persone che lavorano, ma lavoriamo anche insieme”.

Infine ancora polemiche sulla questione portieri e sulla posizione del figlio:

Quando inizierà la stagione, prenderò la mia scelta comunicando chi sarà il primo e chi il secondo”.

“A decidere gli undici, chi va in panchina e chi rimane fuori sono solo io. Mio figlio Luca? Ha mostrato qua a Madrid le sue qualità. Non ho chiesto che sia lui ad essere il secondo, è una cosa che deciderò quando avremo ben definita la nostra rosa. Lui è un giocatore come tutti gli altri”.