Mourinho lancia una nuova frecciata alla Juventus

0
251

C’era stato anche lui, come ipotesi forse troppo fantasiosa, tra le suggestive alternative alla panchina della Juventus in caso di addio di Allegri.

Stiamo parlando di Jose Mourinho, vincitore del triplete con l’Inter e da quel momento considerato sempre acerrimo rivale da parte dei sostenitori bianconeri, fino all’ultimo episodio in occasione della sfida di quest’anno con il Manchester United.

A tutto campo. In una lunga intervista concessa a L’Equipe José Mourinho ha parlato del suo futuro e soprattutto del passato.

Prima si sofferma sul passato più recente, ovvero quello in Inghilterra con lo United:

“Il Manchester United è un club con una storia incredibile. E con delle ambizioni che sono in sintonia con il suo glorioso passato, ma non con il suo potenziale di oggi.”

“Nove o dieci mesi fa dissi che, dopo aver vinto 8 campionati,il secondo posto in Premier League con lo United è stata una delle imprese più importanti della mia carriera, oggi tutti hanno capito perchè. Io vittima di Pogba? No, i problemi ci sono ancora.”

“Voi potete ipotizzare che siano i calciatori, l’organizzazione, le ambizioni, io posso solamente dire che non posso rispondere ‘sì’ se voi mi chiedete se Paul sia stato l’unico responsabile”.

Poi parla anche del suo futuro, in particolare di un possibile approdo al Psg, ed è qui che arriva la frecciatina alla Juventus:

“”Il PSG non ha ancora vinto a livello europeo ed è un dettaglio molto importante. E’ la stessa cosa che dico quando parlo di altri allenatori: puoi avere grandi qualità ma se a fine carriera non hai vinto nessun trofeo a livello europeo, ti manca qualcosa.”

“Stesso discorso per Juventus e Bayern Monaco: dominano nel loro campionato, ma sono dietro i top club europei”.

Insomma Mou non perde l’occasione per creare polemica con i colori juventini, e nel frattempo continuerà a meditare sul suo futuro da allenatore.