spot_img
spot_img
giovedì, Giugno 20, 2024

Super Champions: Cairo contro Andrea Agnelli

spot_imgspot_img

Intervistato da Tuttosport, il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha attaccato il presidente Andrea Agnelli in merito alla proposta dell’ECA, da lui rappresentata, per una nuova Super Champions League.

È uno scandalo vergognoso, scellerato e assurdo. Qui c’è qualcuno che per aumentare il proprio fatturato propone di ammazzare il calcio italiano ed europeo. Il calcio di tutti i Paesi”, ha detto Urbano Cairo.

“Vogliono creare una Champions per pochi eletti. Formata da un gruppo di potentati, di squadre, autorizzate sempre e comunque a giocare nella maggior competizione europea. Tutti gli anni, indipendentemente dal piazzamento in campionato. In pratica, un circolo chiuso. O il più possibile chiuso. Il tutto, per far diventare i club più ricchi sempre più ricchi. E i meno ricchi sempre più poveri”.

Prosegue Cairo: “E poi pensano anche a una terza Coppa: di consolazione, però. Per gli ultimi. Ma così si svuotano i campionati. Si uccide l’interesse per il calcio. I campionati nazionali interesseranno sempre meno ai popoli e pure ai media, se non daranno più la possibilità a tante formazioni di qualificarsi nelle Coppe, come accade ora. E poi arriverà il momento in cui la gente non si emozionerà più nemmeno a vedere sempre e solo le stesse squadre in Champions”.

Il presidente del Torino non ci sta proprio: “Come diavolo si può pensare una cosa così assurda e ingiusta? E’ una follia. E’ una vergogna, è uno scandalo scellerato, irrispettoso per la gente e per il concetto stesso di sport, che vive di meriti sportivi da guadagnarsi ogni anno sul campo”.

“È una proposta assurda perché è profondamente sbagliata, fuori dalla storia e antieconomica: basti dire che le semifinali di Coppa Italia hanno appena fatto registrare una audience maggiore rispetto alla semifinale di Champions tra il Barcellona di Messi e il Liverpool. Questo significa che la gente ama il calcio tradizionale, vuole tifare per le proprie squadre, grandi o piccole che siano. E vuole poter sognare. So-gna-re”

Ma siamo matti? E poi c’è l’assurdo nell’assurdo. Perché sempre e solo per aumentare il proprio fatturato, c’è qualcuno che pensa anche di far giocare questa nuova Champions al sabato e alla domenica. E le partite di un campionato svuotato in turni infrasettimanali, a scapito della gente e di queste manifestazioni. Ma per fortuna vedo che la Premier ha già detto no a questa proposta scellerata. E la stessa cosa ha fatto la Spagna: Tebas è letteralmente scatenato (il presidente della Liga, già candidato di Cairo a guidare la nostra Lega; ndr)”.

“Non è nemmeno detto che così, poi, quel qualcuno riesca finalmente a vincerla, la Champions…”. Parole quelle di Cairo riferite evidentemente al presidente Agnelli primo sponsor della Super Champions League.

- Advertisement -