Marchisio a Torino: “A casa ci si sente invincibili”

0
84

L’ex centrocampista della Juventus, Claudio Marchisio, ora in forze allo Zenit di San Pietroburgo, è stato sottoposto nei giorni scorsi ad un intervento eseguito in ospedale di Torino, a seguito di un grave infortunio al ginocchio.

Un nuovo infortunio, stavolta al ginocchio destro, che costringerà Claudio Marchisio ad un lungo stop, proprio nel momento più intenso della stagione.

Allo Zenit, infatti, mancano pochi punti per potersi garantire il titolo (a sei giornate dalla fine, considerato il vantaggio di +8 sulla Lokomotiv Mosca), e sarà costretto a fare a meno del calciatore proprio nello sprint finale.

L’ex centrocampista della Juventus, è stato operato a Torino al menisco destro, e sempre nel capoluogo piemontese, seguirà la prima parte della riabilitazione, per poi proseguire il recupero in Russia.

Per Marchisio è previsto uno stop di circa tre mesi, per cui presumibilmente riprenderà dunque ad allenarsi con la sua squadra all’inizio della prossima stagione.

Attraverso il proprio account su Instagram, Claudio Marchisio ha pubblicato un post di ringraziamento allo staff dell’ospedale che si è preso cura di lui e ha rivolto un pensiero speciale a Torino, definita la sua “casa”:

“Questa volta il ritorno a casa non è stato per una festa in famiglia o una cena tra amici. Ma casa è anche il luogo dove ci si sente invincibili. E allora devo ringraziare tutto lo staff del Koelliker ed in particolare il Dott. Saccia per avermi fatto sentire a casa anche questa volta, anche in un momento così particolare”

Già nell’aprile del 2016, il centrocampista allora alla Juventus, aveva subito la rottura del legamento crociato sinistro, che lo aveva costretto a saltare gli Europei.

Marchisio con lo Zenit San Pietroburgo ha giocato 15 gare per un totale di 743 minuti, nei quali ha avuto infortuni che ne hanno condizionato l’annata.

Per lui sono giunti anche gli auguri della Vecchia Signora attraverso il profilo ufficiale Twitter: “Forza! Torna in campo presto campione!”