spot_img
spot_img
giovedì, Maggio 30, 2024

Crollo Napoli, acceso diverbio tra Alvino e un tifoso: “Quanto ti paga De Laurentiis?” (VIDEO)

spot_imgspot_img

Dopo la sconfortante eliminazione dall’Europa League per mano dell’Arsenal, la sconfitta del Napoli 2-1 contro l’Atalanta ha definitivamente fatto saltare i nervi ai tifosi azzurri.

Ennesimo passo falso del Napoli, che giunge così a -20 dalla capolista Juventus e, soprattutto, vede avvicinarsi l’Inter in classifica, a -6 dagli azzurri.

Molta la delusione e la rabbia dei tifosi al termine della partita, e a farne le spese questa volta è stato il giornalista, tifoso anch’egli del Napoli, Carlo Alvino.

Alvino, al termine della gara infatti, ha intercettato i tifosi all’uscita dallo stadio San Paolo, per sentire quale fosse lo stato d’animo di chi aveva deciso di impegnare il giorno di Pasquetta per stare vicino alla squadra del cuore.

E tra i tanti intervistati, Alvino si è imbattuto in un tifoso infuriato che ha accusato il giornalista di essere troppo ‘indulgente’ nel confronti del presidente De Laurentiis, colpevole di aver costruito una squadra non all’altezza delle rivali, in tutte le competizioni.

Il tifoso non ha poi utilizzato mezzi termini nei confronti del giornalista Alvino, e lo ha accusato duramente di essere ‘assoldato’ da De Laurentiis per non criticare la società azzurra: “Quanto ti paga De Laurentiis?”, “Hai la stessa incompetenza della società? Perché siete entrambi incompetenti”.

Il video dell’accesa discussione tra Carlo Alvino e il tifoso infuriato del Napoli all’esterno del San Paolo:

La conversazione con un secondo tifoso, in chiusura dell’intervista, ha poi creato un siparietto inconsapevolmente esilarante:

“Ormai lo scudetto se n’è andato, io aspetto solo il gol di Hisay”
“E perché? Hai fatto una scommessa?”
“Eh, ho scommesso con mio padre che se segna Hisay mi compra il cane… insomma speravo…”
“Vabbé secondo me tuo padre il cane non te lo vuole comprare perciò ti ha detto questo”.

Carlo Alvino al centro del ciclone come capita spesso, ma stavolta contestato più dai tifosi del Napoli, che dai ‘soliti’ juventini.

- Advertisement -