San Siro: registrate “Oscillazioni anomale” del terzo anello. Ma per Inter-Roma lo stadio è sicuro

0
712

San Siro si muove, vibra e in qualche caso ondeggia, anche di cinque centimetri. È successo nel terzo anello durante la partita che ha visto i nerazzurri contro l’Atalanta“.

Un fenomeno anomalo. Anomalia che ha fatto scattare l’allarme.

Lo scrive il  Coriere della Sera alla vigilia della partita Inter-Roma in programma  proprio a San Siro questa sera alle 20,30.

L’anomalia è stata rilevata durante ultima partita casalinga giocata dall’Inter contro l’Atalanta domenica 7 aprile: i sensori che tengono sotto osservazione monitorando di continuo il terzo anello, durante la gara hanno registrato oscillazioni anomale, che hanno richiesto una verifica da parte della Commissione di vigilanza del Comune di Milano.

La Commissione, scrive il Correre, ha ribadito quello che ha scritto e riscritto anche in precedenti ispezioni: a determinate frequenze la struttura oscilla, tocca ai gestori dello stadio — Milan e Inter — individuare eventi che travalicherebbero questi limiti.

Le oscillazioni, e le segnalazioni, non sono una novità. Furono registrate e segnalate anche nel 2003 in occasione dei concerti di Vasco Rossi: i tecnici in quell’occasione osservarono che le vibrazioni provocate dal battere dei piedi all’unisono degli spettatori del Meazza, fecero ondeggiare lo stadio di 5,2 centimetri. Due centimetri e sei a sinistra, due centimetri e sei a destra.

L’anno dopo, ricorda il Corriere, in occasione del concerto degli U2, la Procura per lo stesso motivo aveva «sequestrato» due gradoni del secondo anello, segnalando un pericolo per l’incolumità pubblica a cui il Comune ribatteva che uno studio strutturale escludeva pericoli per lo stadio.

Insomma, stando così le cose, alla Scala del calcio si può andare, ma è meglio restare seduti e ordinati. Sbattere i piedi crea turbolenze pericolose.

Il Corriere della Sera scrive che comunque per la partita di questa sera non c’è nessun problema: il Comune, proprietario dello stadio, ha dato il via libera, ma sottolineando che sta a Inter e Milan, che gestiscono la struttura, prendere le misure di sicurezza necessarie per evitare potenziali problemi.

Questa sera il terzo anello sarà comunque parzialmente chiuso, sarà accessibile solo una parte della curva Sud occupata dai tifosi ospiti.

Sempre l’articolo pubblicato oggi sul Corriere della Sera, fa notare che queste segnalazioni di anomalie strutturali arrivano nel bel mezzo delle discussioni sul futuro del nuovo stadio, quello voluto da Inter e Milan e che dovrebbe mandare in soffitta il Meazza. Queste segnalazioni porterebbero ad un conseguente abbassamento del prezzo che le due società dovrebbero pagare al Comune. Una “malignità“, scrive il Corriere, a cui Palazzo Marino per ora non sembra dare peso.