spot_img
spot_img
lunedì, Aprile 15, 2024

Fabio Capello: “La Juve deve stare molto attenta. Ajax più pericolosa fuori casa”

spot_imgspot_img

Fabio Capello mette in guardia Massimiliano Allegri: “L’Ajax fuori casa è ancor più pericolosa. La Juve deve stare molto attenta. Erano anni che non vedevo giocare una squadra così bene nello stretto“.

Fabio Capello oltre che grande allenatore è stato anche un grande calciatore, ruolo centrocampista.

Del Cappello centrocampista  Gianni Brera scriveva: “E’ un sornione di classe. Ha pochi mezzi, poco fondo, sa scomparire astutamente quando gli vien meno la carburazione, ma ha perlomeno nitidezza di battuta e notevole senso euclideo”.

Sicuramente il grandissimo giornalista  riconosceva a Fabio Capello grande intelligenza. Anche per questo le parole dell’ex bianconero (calciatore e allenatore) oggi vanno ascoltate con ancor più attenzione.

Da calciatore della Juve, nel 1973,  incontrò nella finale di coppa dei Campione proprio l’Ajaxla grandissima Ajax di Joan Cruijff.

Quella Juve era una squadra giovane e relativamente inesperta in campo internazionale.

L’Ajax, invece, era al culmine della sua potenza calcistica. Aveva vinto le ultime due Coppe dei Campioni: quella del 1971 battendo i connazionali del Feyenoord, e quella del 1972 battendo in finale l’Inter con una doppietta di Cruijff.

La Juve perse quella finale per 1 a 0, per l’Ajax segnò Johnny Rep.

Oggi Fabio Capello ai microfoni di Sky ha questo ricordo di quella finale e di quell’Ajax: “Salirono sul pullman e lanciarono la coppa, come per dire che per loro vincerla era una cosa normale. Cruijff alzò la coppa con la maglia bianconera, che mi sembra avesse scambiato con Causio. Lui ci diede del filo da torcere ma con quel gesto ci omaggiò“.

Sulla sfida di questa sera Fabio Capello, sempre a Sky, mette in guardia i bianconeri, invitandoli a non sottovalutare i giovani lancieri e a giocare con grandissima attenzione.

Fuori casa sono ancora più pericolosi perché la squadra che gioca in casa attacca di più e loro, con la velocità, sono molto più aggressivi”.

“È una partita difficile, la Juventus non può stare tranquilla. Allegri lo saprà. Erano anni che non vedevo giocare una squadra così bene nello stretto”.

“Loro giocano per andare sempre verso la porta. La Juventus va a pressare, cercare di recuperar palla, ma il portiere allunga e si trovano sempre a giocare 4 contro 4, uomo contro uomo”.

“La Juve deve stare molto attenta. Chiellini sarebbe stato molto utile in questa gara, è il giocatore più intelligente, colui che guida la difesa e richiama. Lui è sempre utile con i suoi salvataggi”.

“Credo che Rugani abbia la possibilità di fare il salto di qualità definitivo. Emre Can giocherà al posto di Bentancur, che all’andata aveva fatto bene, ma il tedesco è un giocatore di spessore“.

(Fonte: Sky Sport)

- Advertisement -