spot_img
spot_img
giovedì, Giugno 20, 2024

Leonardo furioso: “Al Milan è mancato un rigore”

spot_imgspot_img

Il Milan sconfitto per la seconda volta consecutiva, fa perdere le staffe al suo direttore tecnico Leonardo, che recrimina la mancata assegnazione di due rigori nel corso della partita contro la Sampdoria.

Due amare sconfitte con cui il Milan dovrà fare i conti, e che Leonardo commenta così:

“Sono state due settimane particolari, dopo il derby e con la sosta in mezzo, la prestazione non è stata delle migliori. Dobbiamo restare calmi, non è il momento di fare processi. Siamo ancora quarti e in lotta per la Champions: dobbiamo essere molto tranquilli, è un momento che va gestito”.

Leonardo parla di tranquillità, ma ci sono anche le secche critiche rivolte all’arbitro Orsato per la conduzione della gara.

L’arbitro Orsato in particolare sarebbe colpevole, secondo il direttore rossonero, di non aver concesso il rigore a Piatek, nonostante la verifica al Var:

“Non voglio fare polemiche sulla gestione arbitrale, ma non c’è da discutere perché parlano le immagini. Murru prima lo sbilancia e non tocca la palla. Si tratta di un episodio che condiziona una partita, per me non c’è neanche da discutere”.

Sotto la lente di Leonardo anche un altro episodio dubbio:

“Il fallo di mano di Praet nel primo tempo mi sembra abbastanza chiaro. Ma la prendiamo con tranquillità e calma”.

Leonardo ha poi allontanato le voci di un imminente cambio di allenatore in panchina:

“Il futuro di Gattuso per ora non è la priorità, ma un giorno ci piacerebbe vincere con lui. Non è stato una scelta nostra metterlo in panchina? Vero, ma potevamo scegliere di cambiare e non l’abbiamo fatto. Vincere con lui sarebbe ancora più bello. Poi due mesi nel calcio sono un’eternità”.

Leonardo ha concluso poi con un pensiero positivo:

“Possiamo qualificarci alla Champions, ci crediamo fortemente. Ma siamo la seconda squadra più giovane del campionato, molti si stanno giocando per la prima volta un obiettivo importante”.

- Advertisement -