spot_img
spot_img
lunedì, Aprile 15, 2024

Mancini: “Kean un predestinato e Bernardeschi farà tanti gol”

spot_imgspot_img

Ecco le parole di Mancini a poche ore dalla sfida tra Italia e Finlandia, valida per le qualificazioni agli Europei del 2020:

Puntiamo su giocatori un po’ più giovani che comunque giocano in squadre più o meno forti, ma che stanno giocando e possono avere un grande futuro in Nazionale”.

Così il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, in un’intervista rilasciata a RaiSport

Oggi nel tridente azzurro ci sarà spazio per Kean:

E’ un giocatore che ha fatto tutta la trafila, ha fatto sempre benissimo tutte le volte che ha giocato nella Juve, ha grandi possibilità ma ricordiamo sempre che è un ragazzo di 19 anni, possiamo aspettarci ottime cose da lui così come errori, ma credo che sia questa la strada giusta per costruire una squadra forte per Europei e Mondiali”.

Mancini si sbilancia sul centravanti bianconero:E’ un predestinato, un giocatore che ha grandi qualità e che migliora sempre, credo che abbia qualità enormi e che possa diventare un giocatore molto importante, ma dipende da lui, non basta avere talento, deve giocare tranquillo, con gioia e spensieratezza, può fare qualche errore, ma questo lo abbiamo messo in preventivo”.

E ancora dice Mancini: “Quando punti a costruire una squadra che abbia un futuro devi avere anche giocatori esperti che sappiano indirizzare l’entusiasmo e la voglia di fare dei ragazzi, gente come Chiellini, Bonucci, Jorginho e Verratti, può dar loro una grande mano”.

Poi Mancini commenta la prestazione del  Portogallo e dell’Argentina di “Che il calcio sia più equilibrato di anni fa è assodato al 100%, tatticamente le squadre sono migliorate tutte, bisogna aver rispetto per tutti, non basta avere un campione in squadra, bisogna avere la squadra e quindi le partite vanno sempre affrontate al massimo e con serietà, non basta avere Messi o Ronaldo”.

Infine due parole sulla maglia numero 10 che finirà sulle spalle di Bernardeschi. “Ha grandi qualità, può diventare un giocatore con tanti gol all’attivo, cosa che al momento gli manca, può ricoprire diversi ruoli ed è un grande vantaggio per lui e per noi allenatori che possiamo usarlo in diverse posizioni”.

- Advertisement -